Nella conferenza stampa alla vigilia del Gran Premio d’Ungheria, Sebastian Vettel ha smentito di essere vicino a diventare un pilota della Racing Point nel 2021.

Vettel ha negato di aver chiuso un accordo come trapelava dalla Germania ieri con la Racing Point. “Sono solo voci. Non è cambiato più di tanto rispetto alla settimana scorsa, non ci sono nuove notizie. Riguardo al mio futuro non è cambiato nulla. Non so ancora cosa farò”

FerrariIl tedesco, non è stupito dalle porte chiuse da Helmut Marko ad un ritorno in Red Bull. “No, non mi sorprende perché lì ci sono due piloti sotto contratto, io ho detto solo la mia opinione. Ma ripeto, dipende da cosa vorrò fare io. Al momento restano tutte le opzioni fermarmi per un anno, smettere o cercare un team

Grande voglia di dimenticare l’incidente con Leclerc in Austria, per Vettel. “Ci siamo parlati con Charles, è stata la cosa peggiore che potesse capitare, ma ora andiamo avanti sperando che non capiti più“.

Altra conseguenza secondo il pilota della Ferrari del doppio ritiro nel Gp di Stiria, è non aver potuto verificare il comportamento della SF1000 con le novità portate in Austria. “Fra asciutto e bagnato nell’ultimo week end non siamo riusciti a capire il nostro stato di forma, la gara ci avrebbe aiutato, ma non è stato possibile farla.

Ci sarebbe piaciuto vedere se i nuovi pezzi potevano darci una svolta, ma così non è stato e dobbiamo vedere qui come andrà. Credo che la macchina sia migliorata ma non è arrivata la svolta che ci aspettavamo, capiremo meglio a partire da domani”.

Infine Vettel, non si sbilancia sugli obiettivi della terza gara del mondiale. Non lo so, io sono sempre ottimista, è una pista che mi piace e dove penso si possa fare la differenza: abbiamo migliorato l’auto che ha più carico della precedente, anche se non è ancora grandiosa per lottare per vertice”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: