F1: Il team principal Mercedes Toto Wolff, si dichiara fiducioso per i prossimi appuntamenti, grazie ad una W12 che finalmente sta esprimendo tutto il suo potenziale:

F1: Ancora due gare da disputare per questo lungo mondiale che, in verità, non ci ha mai annoiato.
Alla vigilia del weekend di Jeddah, la sintesi più cinica e lungimirante è quella di Wolf: “Due gare da disputare e due campionati ancora da decidere”. Infatti, non solo è in ballo la striscia di mondiali di Lewis Hamilton – che va avanti dal 2017 –, ma c’è in palio anche il mondiale costruttori che vede la Mercedes vincitrice delle ultime sette edizioni.

Con una W12 mai così competitiva, anche grazie all’evoluzione del motore, la Mercedes si presenta da favorita per la vittoria dei due mondiali; nonostante Hamilton abbia ancora sette punti da recuperare:
“Siamo tutti entusiasti di essere ancora in lotta in questa fase della stagione, è un privilegio e una testimonianza della nostra resilienza se guardiamo a che punto eravamo all’inizio dell’estate. Entrambi i titoli sono aperti e la nostra missione è chiara. L’ultima volta abbiamo visto Lewis guidare in modo impeccabile in Qatar, al comando della gara dall’inizio alla fine, ed un bel recupero da parte di Valtteri prima che la sfortunata foratura lo mettesse fuori dai giochi. La macchina si è comportata bene di recente ed è probabilmente al miglior livello di competitività di tutta la stagione, con i piloti che hanno fiducia nel portarla al limite. Questo è incoraggiante per le ultime gare e ci dà un forte slancio per andare avanti”. Ha detto Toto Wolff.

f1

Sul nuovo circuito di Jeddah

Intervistato in merito al prossimo Gran Premio dell’Arabia Saudita, Toto Wolff si esprime così ai microfoni stampa: “Jeddah è un’altra sfida completamente nuova, una pista inedita con cui fare i conti e abbiamo fatto molto lavoro dietro le quinte per assicurarci di partire subito con il piede giusto venerdì, perché ottenere quante più informazioni possibili durante quelle sessioni iniziali di libere sarà vitale. Si tratta di un circuito cittadino veloce con lunghi tratti da fare in pieno e diverse curve ad alta velocità, e tutto circondato da barriere, il che significa che sarà ad alto livello di rischio ma al tempo stesso con numerose occasioni. Siamo più motivati che mai e ci aspettiamo di essere in lotta, quindi non vediamo l’ora che arrivi il Gran Premio di debutto in Arabia Saudita“.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: