Poche ore dopo che la F1 ha rilasciato le immagini del modo in cui Verstappen è andato alla deriva alla curva 4 al giro 48 della gara di Interlagos per spingere Hamilton al largo, il team campione del mondo ha rivelato che sta portando avanti la questione.

In una breve dichiarazione pubblicata sui social media, la Mercedes ha dichiarato:

“Il team Mercedes-AMG Petronas ha confermato che oggi ha richiesto un diritto di revisione ai sensi dell’articolo 14.1.1 del Codice sportivo internazionale. In relazione all’incidente alla curva 4 tra la vettura 44 e quella numero 33 al giro 48 del Gran Premio del Brasile 2021, sulla base di nuove prove non disponibili ai Commissari Sportivi al momento della loro decisione”.

Le regole del diritto di riesame sono chiare e richiedono che i concorrenti apportino «un nuovo elemento significativo e rilevante» che «non era disponibile per le parti che chiedevano il riesame al momento della decisione in questione».

La Mercedes dovrà prima dimostrare che è stato scoperto un nuovo elemento, e questo dovrebbe essere semplice con il filmato di bordo dell’auto di Verstappen. È emerso domenica sera in Brasile, inoltre, dopo che la FIA ha deciso di non indagare sull’incidente Verstappen/Hamilton, che il controllo di gara non aveva avuto accesso alla telecamera di bordo rivolta in avanti dall’auto di Verstappen.

F1, Mercedes chiede di rivedere l'incidente tra Verstappen_Hamilton in Brasile
F1, Mercedes chiede di rivedere l’incidente tra Verstappen_Hamilton in Brasile

L’attuale tecnologia della F1 limita un solo feed in tempo reale per ogni vettura. E, al momento dell’incidente, la Red Bull di Verstappen stava trasmettendo il suo lato posteriore a bordo.

Il filmato della fotocamera frontale era disponibile per il download solo dopo la gara, e questo è stato finalmente reso pubblico dalla F1 martedì.

Il direttore di gara della F1 Michael Masi ha dichiarato in Brasile che anche l’organo di governo ha richiesto il video. Poiché ha ammesso che potrebbe essere una “pistola fumante” nell’offrire nuove intuizioni.

“Potrebbe essere, assolutamente. Forse”, ha detto. “Ma no, non abbiamo avuto accesso ad esso. E ovviamente viene scaricato. E una volta che il titolare dei diritti commerciali lo fornirà, daremo un’occhiata”.

Sebbene non sia stata pubblicata alcuna documentazione ufficiale da parte degli steward della FIA sull’incidente di Verstappen/Hamilton, poiché un’indagine è stata esclusa dal controllo di gara, il regolamento è chiaro che gli steward devono prendere una decisione quando gli incidenti vengono “notati”.

Ai sensi dell‘articolo 47.1 del Regolamento Sportivo della F1, si afferma: “Il Direttore di Gara può segnalare agli steward qualsiasi incidente in pista o sospetta violazione del presente Regolamento Sportivo o del Codice (un “Incidente”). Dopo la revisione, sarà a discrezione degli steward decidere se procedere o meno con un’indagine”.

La decisione della Mercedes di andare avanti con il diritto di revisione arriva sulla scia del boss della Mercedes Toto Wolff che ha ammesso dopo la gara in Brasile di un nuovo atteggiamento da hardline.

Essendo stato frustrato dalla decisione della FIA di escludere Lewis Hamilton dalle qualifiche per un problema di DRS, era infastidito dal fatto che Verstappen non fosse nemmeno indagato.

“Penso che abbiamo appena ricevuto molti pugni in faccia questo fine settimana con decisioni che avrebbero potuto oscillare su entrambi i lati, contro di noi o per noi”, ha detto. “Quando le decisioni oscillano sempre contro di te, è solo qualcosa per cui sono solo arrabbiato. E dunque difenderò la mia squadra, i miei piloti a ciò che viene. Sono sempre stato molto diplomatico nel modo in cui discuto le cose. Ma oggi la diplomazia è finita”.

Se la FIA dovesse accettare che Verstappen abbia infranto le regole sportive con la sua guida, allora è possibile che possa imporre una penalità di tempo per la gara in Brasile. O imporre una penalità da scontare in griglia per il prossimo evento in Qatar questo fine settimana.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: