Grande equilibrio tra i top team, con le seconde guide più attardate. Bene Haas ed Alfa Romeo Sauber

Il Gran Premio del Brasile si preannuncia scoppiettante, almeno vedendo i risultati della prima sessione di libere. A conferma del grande stato di forma della Red Bull Max Verstappen si è issato in testa alla classifica, girando in 1’09’’011 con gomme SuperSoft. Ad appena 49 millesimi dall’olandese la Ferrari di Sebastian Vettel, che si è reso competitivo dopo un cambio di fondo sulla sua vettura. La rossa sembrava infatti lontana dagli avversari dopo il primo tentativo, ma alcune modifiche al set-up hanno messo a posto la SF71-H. Terzo Lewis Hamilton con la Mercedes, che si è preso 96 millesimi dal battistrada. Questo significa che i primi tre sono racchiusi in meno di un decimo, il che fa ben sperare nel vedere una gara esaltante.

Più lontane le seconde guide, con Daniel Ricciardo al quarto posto e staccato di quasi quattro decimi dal compagno di squadra. Peggio di lui i finlandesi Kimi Raikkonen e Valtteri Bottas, ad oltre mezzo secondo dalla vetta. Va detto che le W09 sono sembrate in difficoltà nella parte centrale della pista, con Hamilton e Bottas protagonisti di numerose correzioni, ma con l’inglese in grado di metterci una pezza rifilando un abisso al compagno di squadra. Durante le simulazioni di passo gara, è apparsa un evidente striscia nera sulle gomme posteriori di Hamilton. Sarà da verificare se il problema si ripeterà anche nel pomeriggio.

Sembra tornata competitiva la Haas, dopo il week-end da incubo vissuto in Messico. Settimo tempo e primo degli altri Romain Grosjean, con meno di un secondo di gap da Verstappen. A tre decimi da lui il compagno Kevin Magnussen. Molto bene anche Charles Leclerc, che ha portato al nono posto la prima delle Alfa Romeo Sauber. Chiude la top ten Esteban Ocon con la Force India. Brutto inizio per le Renault, che hanno aperto la seconda parte della classifica. Undicesimo Carlos Sainz davanti a Nico Hulkenberg, mentre segue Antonio Giovinazzi. Il pugliese continua il suo apprendistato con il team elvetico, ma nel pomeriggio cederà la vettura al titolare Marcus Ericsson. Quattordicesimo Lance Stroll con la Williams, mentre Sirotkin è solo diciassettesimo. In mezzo Gasly e Norris, con Toro Rosso-Honda e Mclaren che hanno iniziato male ad Interlagos. La conferma arriva dal diciottesimo tempo di Hartley, davanti a Vandoorne e all’altra Force India di Latifi che chiude il gruppo.

Alle 18 la seconda sessione di libere.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: