Al termine dei primi test del 2022, Lewis Hamilton ha affermato che nessuno sa a che punto si trova in termini di competitività.

La tre giorni di test a Barcellona ha rappresentato la prima occasione di vedere in pista le attesissime vetture 2022, che non hanno deluso per quanto riguarda sia gli spunti tecnici sia l’aspetto estetico. Al termine di questa prima sessione, che sarà seguita dagli importantissimi test ufficiali in Bahrein dal 10 al 12 marzo, c’è un volto noto a guidare la tabella dei tempi: si tratta di Lewis Hamilton, che sulla gomma C5 (la più morbida) ha realizzato un 1:19.138, mettendosi alle spalle George Russell e le due Red Bull. La classifica, tuttavia, è poco significativa: come in ogni test nessuno sa quanto i vari team si stiano nascondendo, quindi il focus primario deve essere sull’affidabilità delle vetture. Proprio il sette volte campione del mondo, al termine della terza giornata di test a Barcellona, ha messo in luce questo aspetto, sottolineando il fatto che la Mercedes ha riscontrato, nel Day-2, qualche problema sulla W13.

Hamilton Mercedes

“Queste tre giornate sono state interessanti.” – ha esordito l’inglese, raggiunto da F1.com“Abbiamo dovuto affrontare e superare qualche ostacolo, quindi non è stata una sessione di test particolarmente facile e serena. Ovviamente vorremmo avere a disposizione più giri, ma sono contento di come ci siamo comportati oggi. Ho fatto quasi cento giri, e avendo girato metà giornata non è così male. Per quanto riguarda la macchina, si guida in maniera molto diversa rispetto a quelle del passato, e anche le gomme sono qualcosa di inedito. Però stiamo cercando di capire tutti i dettagli”.

[…] Il team ha fatto un ottimo lavoro questa settimana…” – ha proseguito Hamilton – “…così come anche i ragazzi e le ragazze che si trovano a Brackley. Adesso dobbiamo solo analizzare tutti i dati raccolti e cercare di continuare a fare passi in avanti. La macchina dava buone sensazioni su gomme da asciutto nuove dopo i giri sul bagnato, ed è ottimo poter verificare il suo comportamento con le diverse mescole di pneumatico. A che punto ci troviamo rispetto agli altri? Non ne ho idea, nessuno lo può sapere dopo il primo test”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: