Mattia Binotto, conferma che la Ferrari sarà flessibile nel 2020 per permettere a Fia e Liberty Media di organizzare più gare possibili, ed apre ad una riduzione del budget cap.

Nel giorno in cui la Ferrari è tornata nel mirino per le parole di Jean Todt, Mattia Binotto parla dei problemi della Formula 1, a causa del Coronavirus, e delle possibili soluzioni.

BinottoIl team principal del Cavallino Rampante, a Sky Sportsribadisce come qualche settimana fa che la scuderia di Maranello è aperta a tutte le ipotesi, per salvare la stagione 2020, ed ha piena fiducia in Carey.

Sappiamo che, per avere un campionato mondiale, sono necessarie almeno otto gare, ma si sta cercando di organizzarne di più. Credo che per noi sarà importante essere flessibili.

Sono abbastanza sicuro che Chase e i team, saranno in grado di mettere insieme il miglior campionato che possiamo avere. Da parte nostra siamo pronti a tutto, da week end di gare brevi, o doppie gare.

E’ importante essere flessibili, e assicurarsi che possiamo fare anche buone gare per i fan”.

Binotto non si sbilancia su quando si potrà finalmente scendere in pista. “Nessuno può davvero saperlo. La F1 sta cercando di organizzare la stagione migliore, magari iniziando a inizio Luglio. Entro la fine di Maggio, avremo un quadro più chiaro”.

L’ex direttore tecnico, esprime la sua opinione sul pericolo ventilato da Zak Brown, che quatto squadre potrebbero lasciare il circus a fine anno. “Siamo pienamente consapevoli delle difficoltà di alcuni team, e la riduzione dei costi è il primo fattore per garantire che ogni team sopravviva”.

Binotto, rende pubblica la proposta di Ferrari, Mercedes e Red Bull sul budget cap. “Stiamo discutendo di una riduzione del limite di budget, ma ci sono team che sono costruttori come la Ferrari e altri top team, dove progettiamo, sviluppiamo, produciamo e omologhiamo ogni singolo componente.

Altri team sono clienti, acquistano alcuni parti e non hanno le stesse strutture. Forse la risposta, non è un unico limite di budget uguale per tutte le squadre.

Sappiamo, che affronteremo momenti difficili, ma dobbiamo mantenere in qualche modo il Dna, e l’essenza della F1″. 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: