Jean Todt dichiara di aver fatto pressione sui tecnici della Fia, affinché scoprissero se la Ferrari stava infrangendo i regolamenti.

A ventiquattro ore dalle dichiarazioni che hanno fatto molto discutere, Todt torna sul caso Ferrari. Aggiungendo come nonostante gli sforzi, la Federazione non è stata in grado di capire se la power unit montata sulla SF90 nel 2019, fosse a norma o no.

TodtIl presidente della Fia, sempre a Motorsport, conferma che l’inchiesta è nata su richiesta dei rivali della Ferrari. “C’è stato un suggerimento da parte di alcuni concorrenti. Così per mesi, i nostri tecnici sono stati sulle spalle della Ferrari, per cercare di capire se quello che stavano facendo era legale.

Devo dire che ho fatto molta pressione sul nostro staff per fare tutti i controlli necessari. Dicendo che non dovevamo farlo perché ce l’avesse detto una specie di informatore, ma perché dovevamo assicurarci che ogni singolo team gestisca le cose in modo legale”.

Todt parlando anche dell’episodio di Yas Marina, respinge le accuse di questi mesi, di aver avuto un occhio di riguardo verso la sua ex squadra.

Anche quando abbiamo fatto il controllo sulla vettura di Leclerc ad Abu Dhabi, e i commissari hanno deciso che si trattava di un errore umano, abbiamo imposto una multa”.

Il manager francese, spiega come si è giunti all’accordo di riservatezza con la scuderia di Maranello. “Quando siamo arrivati alla conclusione che la Ferrari non fosse legale, loro contestavano la cosa e ci hanno detto è legale.

Avrei potuto passare la cosa alla Corte d’Appello. Non sappiamo cosa avrebbe deciso, e ci sarebbero voluto anni, e questo non era nell’interesse della Formula 1″.

Infine Todt, spiega quale parte del comunicato dei sette team, gli ha dato più fastidio. “Questa è la cosa più frustanti per me, nella lettera delle squadre, dicono che ho cercato di dissuaderli dal protestare.

Abbiamo fatto il contrario. E quando gli ho parlato hanno ammesso che è vero. Quindi penso sia chiaro che li ho incoraggiati a fare una protesta, ma nessuno l’ha fatto“.

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: