Jean Todt, ha affermato che vorrebbe rendere pubblica l’indagine sulla power unit della Ferrari, ma la scuderia di Maranello non glielo consente.

Per la prima volta da quando è stato annunciato l’accordo fra la Fia e la Ferrari, Jean Todt si è esposto pubblicamente sulla vicenda e sugli attacchi ricevuti dagli altri team.

Todt Formula 1Proprio quando il mondo della Formula 1 sembrava aver ritrovato unità, decidendo di rinviare al 2022 il nuovo regolamento, cercando una strada per ridurre il budget cap, al fine di fronteggiare le difficoltà di alcune squadre, il motore Ferrari 2019 torna a far discutere.

Il presidente della Fia a Motorsport.com, ha cercato di fare chiarezza. “Mi piacerebbe dare tutti i dettagli della vicenda, ma loro si sono opposti. Quindi voglio dire che sono stati puniti, ma non possiamo dare i dettagli della sanzione.

Chiaramente avremmo potuto non dire nulla, ma sentivamo che sarebbe stato sbagliato non dire che il caso Ferrari era stato discusso, e che c’era stata una sanzione.

Sinceramente è molto semplice. Ci siamo impegnati così tanto per arrivare alle nostre conclusioni, e le squadre non sono d’accordo. Purtroppo è un fatto complicato di questioni tecniche, i nostri tecnici dicono: non possiamo dimostrare con certezza che la Ferrari non era legale“.

Todt ha aggiunto inoltre, che nonostante quel duro comunicato, ha cercato un dialogo con i team ribelli, ed ha confermato il passo indietro della Mercedes.

“Ho parlato individualmente con alcune delle sette squadre. Una di loro ha deciso di chiamarsi fuori, nonostante fosse uno dei leader. Ho letto sulla stampa che si trattava di una trattativa fra due presidenti.

Ho ricevuto una lettera di risposta alla mia, in cui mi hanno confermato di aver compreso la posizione della Fia. Ma non significava che fossero contenti della posizione della Fia, e che avrebbero voluto che la Ferrari permettesse la visibilità del caso, cosa che sarebbe piaciuta anche a me. Ma non possiamo“.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: