Mentre Charles Leclerc è riuscito ad arrivare 2° (e addirittura a comandare il Gran Premio di Silverstone per gran parte della gara stessa) Carlos Sainz è rimasto più deluso del compagno per non essere riuscito ad estrarre il completo potenziale della monoposto.

Sainz “Purtroppo, mi è successo un paio di volte di rimanere dietro a una McLaren che non sono riuscito a superare”, ha detto. “Non è una novità, hanno una velocità in rettilineo molto forte, un dispiegamento molto forte e una potenza in uscita di curva ed è probabilmente una delle vetture più difficili da sorpassare”.

Lo sappiamo, lo si era visto molto bene anche in Austria, le McLaren sul rettilineo sono dei veri e propri mostri e pertanto molto difficili da superare, specialmente se si considera che l’auto in coda ha si il DRS, ma deve fare i conti con un nemico più insidioso: l’aria sporca. Dal prossimo anno con i cambi regolamentari che stravolgeranno il mondo della F1 le cose dovrebbero andare diversamente, ma fino ad allora aspettiamoci più volte situazioni di questo tipo.

Prima sulla media, poi siamo riusciti a superarlo con un ritmo molto forte durante i giri più puliti ma sfortunatamente dopo il lento pitstop sono dovuto andare di nuovo dietro di lui. Con la gomma dura è stato ancora più difficile sorpassarlo, perché sembrava che la gomma dura ad alta velocità non potesse sopportare il carico dell’aria sporca e stavo sottosterzando molto di più, e non riuscivo a tenere il passo con lui ad alta velocità. Anche se avevo la DRS, non ero abbastanza vicino a lui per cercare di prenderlo.” ha concluso lo spagnolo.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: