Mattia Binotto dichiara che in Austria la Ferrari sarà molto simile a quella vista nei test, e la vera SF1000 si vedrà soltanto in Ungheria, quando arriveranno i primi aggiornamenti.

Ferrari sulla difensiva in Austria. Mattia Binotto poco fa sul sito della Scuderia di Maranello ha confermato le indiscrezioni della scorsa settimana. “La SF1000 che sarà in pista sul circuito di Spielberg avrà la stessa configurazione vista nella parte finale dei test di Barcellona.

Ferrari SF1000Il team principal, spiega che questa decisione non è soltanto legata al lockwdown, ma anche alle prestazioni deludenti al Montmelò a fine Febbraio.”La verità è che le risultanze emerse dai test ci hanno imposto un importante cambio di direzione per quanto concerne lo sviluppo, soprattutto sul piano aerodinamico.  Prima abbiamo dovuto capire perché non avevamo visto in pista quello che ci aspettavamo e a quel punto ritarare tutto il programma di conseguenza“.

Binotto aggiunge che la Ferrari ha deciso di seguire una filosofia diversa rispetto a quest’inverno, e per questo gli aggiornamenti arriveranno soltanto in Ungheria. “Sarebbe stato controproducente proseguire sulla strada prevista sapendo che non avremmo raggiunto gli obiettivi prefissati. Pertanto, abbiamo deciso di stendere un nuovo programma che riguardasse tutta la vettura, sapendo che non sarebbe stato pronto per la prima gara nella sua integrità.

L’obiettivo è portare in pista i nuovi sviluppi alla terza gara, quella del 19 luglio all’Hungaroring. Detto questo, al di là dello sviluppo fisico della monoposto, in queste settimane abbiamo lavorato tantissimo sull’analisi del suo comportamento, sia nelle simulazioni che con il contributo dei nostri piloti, e penso che ciò ci sarà utile in Austria“.

Binotto, è consapevole che la Ferrari non è al momento la macchina più forte.”Sappiamo bene che oggi non disponiamo del pacchetto più veloce lo sapevamo alla vigilia della partenza per Melbourne e le cose non sono cambiate. Qualche indicazione su dove saremo rispetto a noi stessi l’avremo al termine delle tre ore di prove libere di venerdì ma un primo verdetto ci sarà soltanto il sabato al termine delle qualifiche. Solo allora cominceremo ad avere un quadro un po’ più chiaro dei rapporti di forza in campo“.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: