L’auto elettrica è considerata per molti il futuro della mobilità sostenibile. Siamo sicuri che le vetture EV siano la migliore risposta ai problemi ambientali?

Tutto ebbe inizio nel 2003 quando Elon Musk insieme ad altri due soci fondarono la Tesla, una fabbrica di auto a trazione esclusivamente elettrica, con l’obiettivo di rendere l’automobile EV di massa. Il gruppo di investitori volevano smentire lo stereotipo classico che si aveva su questo tipo di vetture. Infatti fin dalla fase embrionale del loro progetto, vollero che le loro auto full electric a differenza delle ibride-plug-in dell’epoca fossero: accattivanti nel design, quindi belle da vedere rispetto a tutto ciò che i concorrenti potevano offrire, emozionanti da guidare e con prestazioni di rilievo, ed infine con un’autonomia reale più che dignitosa. E fu così che nel 2008 lanciarono sul mercato la loro prima vettura ovvero: la Tesla Roadster, un’auto completamente elettrica basata sul pianale della Lotus Elise; infatti gran parte dei componenti erano fabbricati dalla casa inglese (che oggi ha presenta la sua elettrica) per poi spedire tutto in California dove l’auto veniva lavorata per l’assemblaggio finale e dove vi si installava il motore elettrico. La Tesla Roadster era in grado di percorrere circa 300 km con una ricarica.

Tesla
Da lì in poi ne sono cambiate di cose, la Tesla è cresciuta enormemente ed ha immesso sul mercato tanti nuovi modelli, vedendosi allargare sempre di più il suo bacino di utenti, al punto che ha costretto i big dell’auto a scendere in campo nel settore delle full electric. I  competitors hanno immesso sul mercato vetture “total green” per esempio l’Audi e-tron, oppure la Jaguar I-Pace, sino alla 500 elettrica certi che il futuro dell’auto sia questo, uno dei tanti motivi è appunto che “le auto elettriche non inquinano” ora sinceramente su questo non è che io sia completamente d’accordo e questo dubbio mi ha portato a farmi delle domande.

 

L’impatto delle auto EV è realmente “zero”?

Per prima cosa ogni azione che l’uomo attua ha sempre un impatto sulla natura circostante, quindi il concetto di “green” non esiste nemmeno con le auto elettriche e il famoso “impatto zero” è relativo e cerco di spiegarvi il perché.

Innanzitutto partiamo dal presupposto che produrre energia elettrica inquina quindi non è proprio tutto così “green” come qualcuno sostiene, e che quindi non siamo così lontani a livello di inquinamento rispetto all’estrazione e trasformazione del greggio.

Inoltre uno dei tanti dubbi che mi sono venuti è il seguente: supponiamo per assurdo che tutti i mezzi di trasporto (le moto, i camion, gli aerei ecc) in questo momento fossero alimentati a batterie quindi niente più benzina e niente diesel, a livello di emissioni nocive, quindi il tasso CO2 immesso nell’aria per ricaricare le suddette batterie dei veicoli quanto saremmo distanti rispetto alle emissioni di CO2 che vengono immesse nell’aria attualmente?

Infine c’è un altro fattore (e questo è quello che mi preoccupa di più) da non sottovalutare ossia mediamente le batterie delle auto elettriche hanno una vita utile di circa 10 anni, passati i quali le batterie dovranno essere sostituite, e qui viene il punto, dove e in che modo verranno smaltite queste batterie? Si potrebbe verificare una sorta di problema come i rifiuti pericolosi e quindi non di poco conto quando si tratterà di smaltirle?

 

Le auto elettriche convengono veramente?

Dopo aver elencato alcune perplessità personali sulle auto elettriche, passo alle “auto tradizionali” infatti vorrei fare un confronto tra diesel e benzina, diciamo subito che i moderni diesel hanno raggiunto un livello straordinario sotto il profilo dei consumi, della silenziosità e del piacere di guida, che fino a 15 anni fa sembrava impossibile, inoltre rispetto ai benzina consumano nettamente meno quindi hanno bisogno di meno carburante e di conseguenza sotto questo punto di vista sono migliori, diciamo che attualmente il tallone d’Achille sono i nox ossia gli ossidi di azoto, molte case hanno cercato di ovviare a questo problema iniettando dell’urea nel sistema di alimentazione il famoso “adblue” per rientrare nelle sempre più restrittive norme antinquinamento, molti affermano che i diesel sono sul viale del tramonto, ma sinceramente credo che ci sia tutta la tecnologia per risolvere anche questo problema. Inoltre non dimentichiamoci che a livello di C02 i diesel sono molto più puliti rispetto i motori a benzina.

Automobili elettriche, la musica sta cambiando

Ecco questo è il mio personale punto di vista sul boom delle auto elettriche e sui problemi che ne potranno scaturire in futuro, ovviamente non voglio creare allarmismi o gettare ombre su questa tecnologia che noi di NewsF1 studiamo e seguiamo con attenzione, ma a differenza di alcune persone che vedono nelle auto full electric un futuro roseo, pulito senza alcuna ombra di dubbio, beh a me qualche domanda sinceramente è sopraggiunta…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: