Il 14 gennaio 2020 è stata presa una decisione che ha dell’incredibile nella capitale italiana: a Roma non potranno circolare nemmeno i diesel Euro 6, i più tecnologici e meno inquinanti.

La notizia è destinata a far discutere, e anche tanto. Le autovetture con una tecnologia diesel Euro 6 non potranno circolare a Roma nell’area ZTL, la Fascia Verde, per oggi e chissà ancora per quanto. Ecco il provvedimento firmato dal sindaco della capitale Virginia Raggi.

La decisione ha dell’assurdo ed è un totale controsenso. I livelli di particolato nell’aria sono elevati, a causa, soprattutto, degli impianti di riscaldamento delle case che in questo periodo invernale sono ovviamente più utilizzati. L’assurdità di bocciare anche i diesel Euro 6 a Roma sta nel fatto che sono i più tecnologici e soprattutto non inquinano come un benzina Euro 3, liberi invece di circolare.

La motivazione? A mio avviso molto semplice. Il governo italiano, ma non solo, nascondendosi dietro il reale problema dell’inquinamento, cerca di rianimare il mercato dell’auto costringendo il povero cittadino a cambiare auto. Perché bloccare solo i diesel? Perché sono la fetta maggiore di mercato: la maggior parte delle vetture in circolazione sono diesel, quindi se si vuole dare una bastonata al mercato, è proprio qui che si deve colpire.

Non bastavano Superbollo e la truffa delle Gomme invernali, ora si deve portare avanti la crociata degli anti-diesel.

A proposito dell'autore

Sono cresciuto a pane e Formula 1. Le auto sono la mia passione e scrivere articoli mi permette di condividerla con tutti voi. Twitter @ivan_morepower

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: