Alla prima curva del Gran Premio del Messico già avevamo assistito a grandi colpi di scena, Max Verstappen è infatti riuscito, sfruttando il lato pulito della pista e complice anche la scia presa da BoF1 – Contatto Ricciardo-Bottas: l’australiano meritava una penalità?ttas, a frenare ben 15 metri dopo i suoi diretti rivali Mercedes e questo gli ha consentito di ritrovarsi in prima posizione già alla curva 2 facilitandogli la conquista della nona vittoria stagionale e consentendogli di allungare ulteriormente in classifica sul suo diretto rivale e contendente al titolo Lewis Hamilton che si è dovuto accontentare di una seconda posizione (anche se molto ben difesa su Perez che sopraggiungeva). Al termine del Gran Premio sono state molte le polemiche che hanno colpito Valtteri Bottas, per molti colpevole di aver agevolato troppo la manovra dell’olandese e, anzi, di aver tentato di difendere eccessivamente la posizione sul suo compagno di squadra Lewis Hamilton, lo stesso Hamilton aveva detto:

“Bottas avrebbe dovuto bloccare Max. L’ha lasciato passare. Non so perché non l’abbia bloccato. Io stavo chiudendo la mia parte di pista per tenere dietro Sergio. Avremmo dovuto restare davanti”, con lo stesso Wolff che era rimasto stupito: “È andata peggio di quanto ci aspettassimo, ma dobbiamo prenderne atto, il testacoda di Valtteri alla partenza si è rivelato dannoso per la nostra lotta al titolo costruttori: se fossimo arrivati terzi o quarti sarebbe stato un bene, ma perdere così tanti punti è davvero fastidioso. Quello che è successo alla prima curva non dovrebbe accadere. In questo modo abbiamo spalancato le porte a Max per poter attaccare all’esterno”

e ha poi continuato: “Bisogna comunque congratularsi con la Red Bull, perché il ritmo era di un altro livello: non so davvero cosa abbiano sbagliato ieri e cosa fosse andato giusto a noi, ma questo era il ritmo che avevamo venerdì. Non credo che avremmo potuto vincere la gara anche se fossimo usciti bene dalla prima curva. Avremmo potuto giocare una buona strategia con i pit-stop ma, per quanto riguarda Lewis, abbiamo ugualmente limitato i danni per la ricorsa al titolo. Nel complesso è stata una gara da dimenticare per noi, ma dobbiamo guardare i lati positivi:  Lewis ha fatto una gara brillante, concludendola in seconda posizione pur avendo alle spalle Perez, che era più veloce”. 

Mentre per il leader del Mondiale Max Verstappen la dinamica è piuttosto chiara: “Bisogna lasciare spazio pari alla larghezza di una vettura altrimenti si incorre in una penalità perciò non so di cosa sta parlando Wolffè troppo facile prendersela con Bottas, mi sembra ingeneroso”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: