La Red Bull ha strameritato di vincere nel Gran Premio del Messico e perfino i rivali, Mercedes, ne hanno sottolineato la grande velocità. Primo Max Verstappen e terzo il beniamino di casa Perez. Un weekend pressoché perfetto.

Un qualcosa che probabilmente ha contribuito al successo è stata la partenza sbagliata di Valtteri Bottas che ha chiuso sul compagno Hamilton lasciando strada completamente libera a Verstappen. Una partenza in cui avrebbe dovuto fare una sola cosa: ostacolare l’Olandese. Avrebbe potuto posizionarsi meglio dal via fino alla staccata di curva 1, piuttosto che restare su una traiettoria che ha aperto linea pulita a Verstappen. Le parole dopo la gara sono state certamente di stupore nei confronti di un comportamento, giustificato dal pilota, ma senza senso per il suo team.

Ma Max Verstappen difende il finlandese

A difendere il pilota della Mercedes, però, è lo stesso Max Verstappen che addirittura critica Toto Wolff e le parole indirizzate a Bottas: “Non sarebbe dovuto accadere, avevamo due macchine davanti e sembra abbiamo aperto le acque per Max perché attaccasse all’esterno. Diciamo che già così è perlomeno fastidioso, considerando il successivo testacoda e la perdita di punti con la macchina di Valtteri, quando sarebbe potuto essere terzo o quarto”, così domenica scorsa Toto.

Max risponde, intervistato dal De Telegraaf: Devi lasciare spazio per un’altra macchina, viceversa avrebbe ricevuto una penalità. Non so di cosa parli Toto, è facile dare la colpa a Valtteri, credo che sia un comportamento molto conveniente”.

Ma questa difesa dell’Olandese nei confronti di un Valtteri Bottas già apparentemente proiettato alla stagione successiva lontano dalla Mercedes, ha a che fare con ciò che è successo nelle qualifiche?

Giusto ventiquattrore prima alla fine del Q3 nelle qualifiche Tsunoda si vede costretto ad andare lungo nel secondo settore e ad accostare per non dare intralcio alla due Red Bull che stavano arrivando. Ma ciò non è successo, scatenando le critiche non solo da parte di Christian Horner in tv ma anche da Verstappen che gli ha dato dello “stupido” via radio.

Dunque, difesa opportunistica e di circostanza?

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: