La Mercedes si sta avvicinando ad un record di dominio che sfuggiva alle più grandi vetture della Formula 1

L’introduzione delle nuove direttive tecniche della F1, in vigore dalla stagione 2014, ha visto un dominio assoluto da parte delle frecce d’argento. Da allora, infatti, la Mercedes ha portato a casa un record dopo l’altro. In 220 Gp disputati conquistato la bellezza di 110 vittorie e ben 6 titoli mondiali consecutivi (dal 2014 al 2019). Senza contare i record del suo pilota di punta, Lewis Hamilton, vicinissimo ad eguagliare il record di vittorie di Schumacher. Mica uno qualunque.

Eppure ci sono ancora alcuni record che la scuderia di Brackley non si è ancora aggiudicata, come quello della conquista di tutte le pole position in una singola stagione, seppur ci sia andata più volte vicina. Nel corso delle stagioni 2014, 2015 e 2016, infatti, la Mercedes non è partita in pole solamente in uno dei GP in programma. E lo stesso è successo, nel corso degli anni, ad altri illustri team del calibro di Alfa Romeo (1950), alla Ferrari (1952), alla McLaren (1988, 1989), Williams (1992, 1993) e Red Bull (2011). Tutti si sono fermati ad una sola pole position dal conquista del record.

La stagione in corso, però, potrebbe essere quella giusta per la conquista del primato. Dopo poco più di metà stagione, infatti, la Mercedes ha conquistato 10 pole position su 10 disponibili, e sembrerebbe intenzionata ad aggiudicarsi quelle restanti.

Oltre al calendario, più corto che nelle ultime stagione, neppure gli avversari sembrano essere in grado di contrastarli. Con la Ferrari alle prese con problemi di prestazione, ino ad ora il più vicino a batterli è stato Max Verstappen, con la Red Bull. Al Mugello, infatti, l’olandese ha fermato il cronometro a soli 365 millesimi dalla pole conquistata dalla W11.

 

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: