Un contatto tra Da Costa e Sims rovina la doppietta della casa tedesca
Bella rimonta di Vergne dopo il disastro al via

Una gara ricca di colpi di scena quella che è andata in scena a Marrakesh, nel secondo ePrix stagionale della Formula E. La BMW ha confermato una netta supremazia a livello di prestazioni, ma la sua superiorità è stata gettata al vento dall’esuberanza dei piloti: Sims e Da Costa si sono toccati a pochi minuti dal termine, regalando la vittoria al belga Jerome D’Ambrosio sulla Mahindra. Il podio è stato completato dalle Virgin di Frijns e Bird, solo terzo dopo aver staccato la pole.

Al via è successo di tutto, con Sam Bird che ha resistito ad un attacco piuttosto ottimista di Vergne. Il francese si è girato dopo un contatto con il britannico, finendo in fondo al gruppo. Di Grassi ha tamponato Werlhein, costretto subito al ritiro. Fuori dai giochi anche Vandoorne, che conferma il suo difficile inizio di stagione. Le BMW hanno subito fatto vedere di avere il ritmo e non ci hanno messo molto per liberarsi di Bird, con Da Costa che è salito in cattedra davanti a Sims. Bird è invece andato in crisi cedendo il passo al compagno di squadra Frijns, apparso molto più lento in qualifica ma in forma in gara. Week-end complicato per Felipe Massa, mai in lotta per le prime posizioni con una Venturi ancora molto acerba. Da dimenticare il sabato del team HWA, con Paffett fuori gioco a causa di una foratura dopo il ritiro di Vandoorne.

La gara ha avuto la sua svolta ad una decina di minuti dal termine: Sims ha tentato un coraggioso attacco all’esterno di Da Costa che ha tentato di difendersi. I due sono finiti larghi con il portoghese che è andato a muro ritirandosi, mentre Sims è riuscito a proseguire ma calando al quarto posto in classifica. Alle sue spalle era risalito in maniera furiosa Vergne, che ha chiuso quinto dimostrando che aveva tutto il passo per vincere se fosse stato meno aggressivo al via.

In pista è entrata la safety car per rimuovere la monoposto di Da Costa ed alla ripartenza mancava solo un giro alla fine. Al comando è salito D’Ambrosio, bravo a tenere dietro le Virgin di Frijns e Bird sino al traguardo. Dietro hanno concluso Sims, Vergne, Lotterer, Di Grassi, Buemi, Evans ed Abt che ha completato la zona punti.

Il prossimo appuntamento è fissato per il 26 gennaio, con la terza gara di campionato a Santiago del Cile.