L’ex pilota di Formula 1 Martin Brundle ha parlato a Sky Sports F1 dell’ormai concluso Gran Premio d’Australia. In particolare la sua attenzione si è focalizzata sulla Ferrari e Carlos Sainz.

Lo spagnolo non ha terminato la sua gara a causa di un testacoda al secondo giro, concludendo un weekend da dimenticare. Brundle ha riflettuto:

“Carlos Sainz ha avuto un fine settimana infernale, perdendo un solido giro di qualifica a causa della bandiera rossa dopo il problema di Fernando Alonso, e poi con ulteriori problemi la domenica. È partito 9° in griglia, aveva bisogno di un cambio di volante dell’ultimo minuto che ha portato a una partenza orribile, per poi continuare a combattere brutalmente a centrogruppo con gomme a mescola dura, finendo con impazienza fuori strada. Potrebbe finire per dover svolgere un ruolo di supporto per Leclerc da qui, a seconda di come si forma la competizione e se riesce a vincere le prossime due gare, il che non è fuori questione”, ha aggiunto il britannico.

Leclerc su un altro pianeta

Il monegasco ha condotto una gara in autonomia senza mai andare realmente sotto pressione. “Ferrari e Charles Leclerc hanno davvero superato queste nuove vetture di F1 2022”, ha affermato Brundle. “La Ferrari F1-75 è un’auto benigna e molto veloce, adatta a tutti i circuiti finora inclusi Barcellona, ​​Bahrain, Arabia Saudita e il layout rivisto di Melbourne. Leclerc è passato a un piano più alto, offrendo velocità con costanza e apparentemente sempre mezzo passo avanti rispetto a questa vettura.

I nuovi regolamenti gli si adattano e ha sviluppato maggiore fiducia in se stesso”, ha aggiunto Brundle. “Due pole position, due vittorie, un secondo e tre giri più veloci in tre gare lo confermano”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: