Secondo Sebastian Vettel, la Aston Martin dovrebbe continuare a sviluppare la AMR21 nonostante gli scarsi risultati delle prime gare del 2021.

L’avventura in F1 della Aston Martin non è iniziata nel migliore dei modi. In questi primi mesi della stagione 2021 la vettura del team inglese non ha rispettato le grandi aspettative, scivolando indietro in termini di prestazioni e risultati rispetto al 2020. La ex-Racing Point pare la scuderia più danneggiata dai tagli al carico aerodinamico generato dal fondo e dal diffusore, e in quattro gare sono solo cinque i punti conquistati da Lance Stroll e Sebastian Vettel. Come tanti altri piloti che hanno cambiato scuderia, il tedesco ha mostrato delle difficoltà, dato che nelle quattro gare disputate fin qui ha collezionato zero punti ed è stato ripetutamente battuto dal compagno di squadra sia in qualifica che in gara. Il quattro volte campione del mondo non intende tuttavia darsi per vinto, tanto che ha spronato l’intero team a migliorare la AMR21 e a non abbandonarla per concentrarsi sul progetto 2022.

“Non penso…” – ha detto il tedesco lo scorso weekend riguardo alla possibilità che la Aston Martin decida di puntare tutto sul prossimo anno – “…che le scorciatoie ti diano una grossa mano, in queste circostanze come nella vita in generale. Perciò, come ho già detto in precedenza, credo che ci siano ancora talmente tante cose da imparare e da comprendere come scuderia che abbandonare il progetto adesso sarebbe un’opportunità sprecata. Ovviamente la domanda è in che modo si misura quest’opportunità: se con podi, punti, vittorie o un’altra “moneta”. Come team, possiamo migliorare in tante piccole aree, ma alla fine sono proprio questi dettagli che fanno la differenza e portano alla perfezione. Anche se non stiamo gareggiando nelle posizioni a cui ambiamo, è tutto tempo ben speso”.

Sulle attuali prestazioni e le prospettive future della Aston Martin, Vettel ha invece dichiarato che: “Beh, penso che non sia un segreto che ci aspettavamo di essere più forti quest’anno, e ovviamente per varie ragioni non lo siamo. Penso che possiamo ancora crescere come squadra, ci sono moltissime piccole cose che stiamo cercando di migliorare e credo che il gruppo sia molto carico. Lo spirito nel team è ottimo quindi sono felice, sebbene la performance non sia come tutti volevamo che fosse. Comunque abbiamo accettato la situazione e proveremo a fare il meglio da questa base”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: