Autosport riporta che prima di Silverstone i Direttori Tecnici dei team e i delegati FIA parleranno delle Direttive Tecniche anti-porpoising.

Il weekend del GP del Canada è stato caratterizzato dalle tante polemiche intorno alla Direttiva Tecnica anti-porpoising emanata dalla FIA nella giornata di giovedì. La Federazione ha ascoltato le preoccupazioni dei piloti e ha deciso di intervenire per preservare la loro salute fisica dagli eccessivi sobbalzi delle vetture ad altissima velocità, facendo tuttavia infuriare molti Team Principal per la tempistica della sua introduzione. A Montréal Il clima è poi divenuto particolarmente ostile anche tra le stesse scuderie, dato che alcune (tra cui Alpine e Ferrari) avrebbero minacciato di protestare ufficialmente contro la Mercedes qualora la scuderia di Brackley avesse utilizzato in qualifica o in gara un secondo tirante per limitare gli effetti dei sobbalzi. Una soluzione permessa dalla Federazione nella Direttiva Tecnica, ma che avrebbe violato il Regolamento Tecnico.

F1 Wolff Mercedes

Alla fine del weekend, il tutto si è risolto con un nulla di fatto: la Federazione ha infatti scelto di raccogliere dati sulle oscillazioni, in modo da poterle analizzare e limitare attraverso l’introduzione di parametri ben definiti nelle prossime gare. Dal canto suo, la Mercedes ha optato per non rischiare l’esclusione dal Gran Premio e per la rimozione del secondo tirante. Questa decisione, obbligata dalle pressioni fatte dai rivali, ha mandato su tutte le furie Toto Wolff, il quale nel meeting tra i Team Principal del sabato avrebbe manifestato tutto il suo disappunto (tanto che si parla addirittura di una lite con Mattia Binotto). Secondo l’austriaco, infatti, alcune squadre starebbero cercando di guadagnare vantaggi competitivi e politici a discapito della salute dei loro stessi piloti, comportandosi in modo “patetico”.

Questi disaccordi hanno dunque convinto la FIA ad organizzare un incontro con le scuderie prima del GP di Gran Bretagna, che si terrà tra due settimane. Al meeting, tuttavia, non parteciperanno i Team Principal: saranno invitati ad intervenire i Direttori Tecnici, che discuteranno con Nikolas Tombazis (Direttore Tecnico della Federazione) delle possibili soluzioni al problema del porposing. Al centro del colloquio, secondo quanto riporta Autosport, ci sarà l’analisi dei dati raccolti in Canada, che dovrà portare alla decisione di imporre o meno in questa stagione dei limiti ai sobbalzi delle vetture. Secondo la testata britannica, inoltre, la FIA sarebbe disposta ad ascoltare le proposte dei team per limitare il porpoising in ottica 2023: in questo senso, si pensa a possibili modifiche aerodinamiche, a cambiamenti a livello delle sospensioni o alla reintroduzione di dispositivi utili come l’inerter.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: