Secondo la più recente bozza del regolamento 2021, sia le prove libere 1 che le prove libere 2 passeranno da 90 a 60 minuti.

Oltre allo spostamento delle attività dei media dal giovedì pomeriggio al venerdì mattina, nel 2021 potrebbe esserci un’ulteriore variazione al programma dei weekend di F1. Il circus ha infatti deciso di tagliare di un’ora la durata di entrambe le prove libere del venerdì, che sarà ridotta da 90 a 60 minuti. Resterà invariato, invece, il tempo a disposizione nelle FP3 del sabato mattina (60 minuti). Questa variazione, scoperta nell’ultima bozza del regolamento 2021, non è stata ancora ufficializzata dalla F1. Inoltre, non c’è stato nessun accenno sull’eventuale prosecuzione di questo format di tre ore anche nel 2022, anno della grande rivoluzione tecnica.

La riduzione della durata delle FP1 e delle FP2 è una diretta conseguenza di vari fattori. Il principale è la compressione del programma in seguito all’annullamento del media-day del giovedì, effettuato per controbilanciare l’aumento del numero di Gran Premi. Non è inoltre da trascurare che nel 2021 la presenza delle categorie di contorno sarà molto accresciuta. Oltre alla F2 e alla F3 (che cambieranno il loro format e non saranno più presenti in contemporanea), ci saranno la Porsche Supercup e due novità: la W Series e due round della Formula Regional by Alpine.

Le conseguenze di questa riduzione di tempo, se sarà approvata, saranno comunque minime. In quasi tutte le sessioni di libere, infatti, i momenti di totale inattività in pista sono parecchio lunghi e monotoni, dato che i team sono già in possesso di grandi quantità di dati raccolti negli anni precedenti. Le scuderie saranno tuttavia obbligate a modificare i propri piani di lavoro per ottimizzare il minor tempo a disposizione.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: