La nuova vettura della SSC (Shelby super car) ha tutte le intenzioni di prendersi lo scettro di vettura di serie più veloce del mondo.

La sfida della velocità lo sappiamo è insita nella natura umana a qualsiasi livello, ad esempio c’è chi è più veloce nella marcia, chi sa pattinare meglio, chi va più veloce nella corsa in bici etc, non fanno eccezioni sicuramente le automobili sportive che da sempre incarnano la sfida a chi “va più forte” o meglio “a chi va più veloce”. Il primo costruttore che ha “avuto il coraggio” di fare un’auto di serie che superasse i 400 km/h fu la Bugatti nei primi anni 2000, da lì in poi una piccola parte di costruttori ha risposto a questa sfida, tra cui la Koenigsegg, e poi appunto l’americana SSC. Proprio quest’ultima recentemente ha fatto parlare di sé per il suo ultimo modello: la Tuatara.

Il suo nome prende spunto da una grossa lucertola, originaria della Nuova Zelanda, che sembra essere l’animale vivente dall’evoluzione molecolare più veloce del mondo. Detto questo passiamo alla supercar, anzi hypercar, partiamo “dal cuore” si tratta di un V8 (in pieno stile americano) di 5.9 litri in grado di erogare 1350 cv ad 8.800 giri/min. La casa dichiara una velocità max di 480 km/h, probabilmente avranno usato due turbine dei camion!

Oltre alla parte puramente motoristica, la Tuatara è stata sottoposta a lunghe sessioni nella galleria del vento per affinare ogni minimo dettaglio per poter raggiungere questa velocità! A quella velocità il materiale più duro è proprio l’aria, infatti, i risultati del duro lavoro aerodinamico si notano. Dopo tante ore passate a modellare la carrozzeria, i tecnici hanno ottenuto un cx davvero eccellente pari a 0.27, un risultato eccezionale. Sempre parlando del corpo vettura, ovviamente la carrozzeria e le ruote sono in fibra di carbonio per cercare di limitare il peso quanto più è possibile, infatti l’ago della bilancia si ferma su un valore di 1250 kg, per un rapporto peso potenza che vi lascio immaginare. Per quanto riguarda la trasmissione la hypercar adotta un cambio a 7 rapporti, inoltre ha degli pneumatici specifici realizzati appositamente da Michelin su misura per la SSC.

Insomma un’altra pretendente al titolo di auto di serie più veloce del mondo ha raccolto la sfida di Bugatti e della Koenigsegg, non ci resta che vedere questa ennesima sfida come andrà a finire!

A proposito dell'autore

Ho una grande passione per il mondo auto/moto mi affascina la tecnica, e amo guidare qualsiasi mezzo purchè abbia un motore!

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: