La scuderia anglo-austriaca fin dal mattino ha mostrato il buon feeling con il tracciato del Paul Ricard con entrambi i piloti ma nel pomeriggio non ha mostrato un passo gara eccezionale con la gomma Ultrasoft.

Pronti e via. Sin dal mattino le due RB14  di Ricciardo e Verstappen hanno mostrato il loro buon stato di forma, evidenziato maggiormente con l’utilizzo delle gomme Soft. Nel pomeriggio i due alfieri, nella simulazione di qualifica, hanno conquistato la seconda posizione con Ricciardo e subito dietro Verstappen ma con oltre 7 decimi di distacco dall’imprendibile 1.32.539 realizzato da Hamilton.

Nel passo gara invece è mancata costanza nei tempi sul giro. Tenendo come riferimento i tempi realizzati dal miglior passo gara realizzato da Vettel, i due alfieri della Red Bull sono risultati più lenti di circa mezzo secondo con tempi abbastanza altalenanti con le Ultrasoft, mentre con la gomme rossa si sono mostrati più consistenti.

Ricciardo:” Non sono pienamente soddisfatto della RB14″

Il pilota australiano, che correrà questo weekend senza gli aggiornamenti della PU usati dal compagno, è stato il primo inseguitore della Mercedes in entrambe le sessioni di libere. Se nella simulazione di qualifica è riuscito a rimanere il primo degli inseguitori di Hamilton, nel passo gara sopratutto con le gomme Ultrasoft non è sembrato così. Infatti, nell’intervista post libere, Ricciardo ha rimarcato l’inconsistenza del suo long run con la mescola più tenera portata dalla Pirelli in Francia.

Stamattina è andata bene, e questo pomeriggio non è stato male. Ma poi ho visto il tempo fatto da Lewis e siamo un po’ troppo lontani. E anche sui long run siamo un po’ incostanti. Non so ancora bene il motivo, ma probabilmente la nostra ala è un po’ troppo carica e perdiamo tanto sul rettilineo. Forse la cambierò per domani“.

Daniel sembra gradire il tracciato del Paul Ricard: infatti intervistato da Sky sport F1 ha rimarcato come apprezzi il circuito provenzale.

Mi è piaciuta la pista, è stata una piccola sorpresa. Normalmente non mi piacciono i tracciati con ampie vie di fuga, ma come disegno non è male, anche se è difficile avere riferimenti ed è semplice confondersi“.

Verstappen: “Un buon inizio ma dobbiamo migliorare”

Nel pomeriggio l’olandese classe 1997 ha concluso la sessione di libere al 3°posto, a pochi millesimi dal compagno ma a oltre 7 decimi da Hamilton. Situazione migliore, però, rispetto al mattino quando era terminato a più di un secondo dalla vetta e in difficoltà con la gestione delle gomme Ultrasoft.

Le PL1 sono state difficili per me, dopo due giri ho danneggiato una gomma, che è diventata inutilizzabile“. “Molto dipenderà dalla finestra di utilizzo degli pneumatici, dato che le gomme sono molto sensibili al calore“ ha spiegato Max.

Verstappen ammette che tra FP1 e FP2 sono stati fatti significativi cambi di set up per cercare di migliorare il comportamento degli pneumatici sulla RB14 e sembra essere abbastanza soddisfatto del risultato, nonostante il gap che lo separa dal leader di giornata Hamilton, il favorito per domani.

“La nostra velocità sembra buona, e ho completato il programma previsto. Nella seconda sessione abbiamo modificato molto la vettura, e posso dirmi ragionevolmente soddisfatto, anche se come ogni venerdì non si può essere completamente contenti“.

Le Mercedes sono le più veloci. Noi abbiamo ancora molto da migliorare, ma è stato un buon inizio“ ha concluso il 20enne olandese.

Giuly Bellani

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: