Silverstone: le novità aerodinamiche delle squadre

I team hanno già disputato le prime due sessioni di prove libere di F1 sul circuito di Silverstone per il Gran Premio di Gran Bretagna. Abbiamo avuto modo di notare le novità introdotte dai vari team, novità che sono principalmente aerodinamiche, in quanto sappiamo che molta parte della meccanica è ormai già congelata da regolamento almeno fino al prossimo anno.

Cominciamo dalla McLaren ha ha apportato alcune modifiche al badgeboard. Come mostrato nell’immagine immediatamente sotto, sono apparsi quei due profili quasi sovrapposti. Probabilmente si vuole migliorare la gestione del flusso all’altezza delle pance.

 

Badgeboards McLaren foto via ( Twitter ) Albert Fabrega

 

La Mercedes, invece, ha portato un’ala posteriore decisamente più scarica, per migliorare le velocità di punta sui tratti rettilinei come l’Hangar Straight. C’è da considerare, infatti, che il circuito di Silverstone per quanto possa essere tecnico, di fatto è un circuito nato come tracciato veloce. C’è qualche curva che abbassa la velocità media sul giro, ma di fatto è una pista veloce.

La Williams ha apportato delle modifiche in ottica Silverstone al supporto degli specchietti. Sono passati da un attacco decisamente più curvo ed uno più spigoloso. Anche in questo caso, il motivo riguarda l’aerodinamica e l’obiettivo è quello di migliorare il flusso al posteriore.

 

Specchietti Williams foto  via ( Twitter ) Albert Fabrega

Passando per un altro top team, non si può non menzionare la Red Bull. L’ala posteriore del team austriaco, principalmente è caratterizzato da un profilo alare più aerodinamico, dunque con meno incidenza alare. L’endplate, inoltre, abbassa l’altezza da terra a circa un quarto dal bordo, come mostrato nell’immagine sotto.

 

Ala Red Bull foto  via ( Twitter ) Albert Fabrega

L’ala posteriore della Ferrari, invece, sembra essere quella un po’ più semplice. A Silverstone non sono arrivate grandi novità, se non logicamente un’ala più scarica. L’endplate è perfettamente orizzontale, senza forme strane o altro.

 

Ala Ferrari Foto via ( Twitter ) Albert Fabrega

Infine, ma non per meno importante, troviamo un’altra novità McLaren. Questa volta riguarda l’ala posteriore che prende un design molto simile a quello proposto dalla Red Bull. L’endplate, dunque presenta una sorta di “cucchiaio” più spigoloso nella zona centrale.

 

Ala Mclaren Foto via Twitter Albert Fabrega

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: