Il Belpaese ospiterà ben tre appuntamenti del mondiale 2020 con le gare di Monza, del Mugello e di Imola. Una grande soddisfazione dopo il difficile inizio di quest’annata.

Per la prima volta nella storia, l’Italia avrà l’onore di ospitare ben tre appuntamenti del campionato mondiale di Formula 1. Il 2020 vedrà il Circus impegnato sia a Monza che al Mugello e ad Imola, regalando un tris da sogno al nostro paese. Si tratta di un onore inestimabile dopo quello che è accaduto dalle nostre parti in questi mesi, visto che siamo stati etichettati come l’epicentro europeo della pandemia di COVID19.

I mesi di marzo ed aprile sono stati orribili, con quasi un migliaio di morti al giorno, con il motorsport che appariva soltanto come un lontano ricordo. L’inizio della F1 era stato rimandato di molti mesi rispetto al solito, fissato poi per i primi di luglio in Austria. Secondo alcune voci, nelle bozze del calendario non sarebbe dovuta figurare neanche Monza, situata in Lombardia e per questo da evitare per motivi di sicurezza. E invece, in poco tempo, si è passato all’ufficializzazione del Gran Premio della Toscana al Mugello, per poi dare l’ok anche a quello dell’Emilia Romagna ad Imola.

Enorme la soddisfazione di Stefano Bonaccini, presidente della Regione: ”Il ritorno della Formula 1 a Imola dopo 14 anni è una notizia straordinaria, che premia il grande lavoro di squadra di queste settimane. Si tratta di un ulteriore appuntamento internazionale di enorme prestigio, che si aggiunge alla storica prima volta del doppio MotoGP mondiale a Misano. Rivedere la Ferrari e le altre monoposto sfrecciare sul circuito di Imola sarà un’emozione profonda: proprio Imola è da sempre una sede naturale per la Formula Uno e abbiamo scelto di intitolare il Gran Premio all’Emilia-Romagna, in omaggio alla terra dei motori per eccellenza”.

Il sogno di tutti è ovviamente quello di vedere gli appuntamenti italiani aperti al pubblico, con maggior speranza per Imola visto che si scenderà in pista il primo novembre. Sembra che la speranza possa trasformarsi presto in realtà, visto che da settembre dovrebbe essere permesso ai tifosi di accedere agli stadi di calcio. Qualcosa di simile dovrebbe accadere anche agli appassionati di motori, ma le prossime settimane ci diranno qualcosa in più. Nel frattempo, godiamoci questa grande vittoria del motorsport tricolore.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: