Vediamo nella analisi delle Fp2 del Gp del Portogallo, se Lewis Hamilton può centrare questo pomeriggio la 100 pole position, con Max Verstappen e Valtteri Bottas determinati ad impedirglielo, la Ferrari può inserirsi nel duello Mercedes-Red Bull.

GP PORTOGALLO: ANALISI FP2 SIMULAZIONE QUALIFICA 

Grande equilibrio nel primo settore con Verstappen unico a scendere sotto il muro del 23, ma Hamilton Sainz e Ricciardo sono vicinissimi, invece perdono un decimo dai compagni di squadra Bottas Leclerc Perez e Norris, sugli stessi tempi le Alpine e Stroll.

image

E’ nella parte centrale che Hamilton ha fatto la differenza ed ha ipotecato il miglior tempo, rifilando tre decimi a Verstappen e due a Bottas. Perdono terreno le Ferrari con Sainz più veloce anche nel secondo settore di Leclerc, che è più lento di Stroll, Ricciardo Perez e Norris e Ocon.  Ultimo T2  Fernando Alonso che accusa un secondo da Hamilton.

2 settore

Nel terzo settore Hamilton e Verstappen si equivalgono, mentre perde un altro decimo dal compagno di squadra Bottas. La Ferrari si riavvicina alle Mercedes ed a Verstappen con Leclerc di qualche millesimo più veloce di Sainz, zampata di Alonso che con il record nel T3 supera Ocon e conquista la quinta posizione. Invece Ricciardo e Norris sono più lenti anche di Stroll, bene Perez che fa lo stesso intermedio di Verstappen dimostrando che il suo potenziale è molto più alto del decimo tempo.

2 settore

Nel terzo settore Hamilton e Verstappen si equivalgono, mentre perde un altro decimo dal compagno di squadra Bottas. La Ferrari si riavvicina alle Mercedes ed a Verstappen con Leclerc di qualche millesimo più veloce di Sainz, zampata di Alonso che con il record nel T3 supera Ocon e conquista la quinta posizione. Campanello d’allarme nell’ultima parte di pista per la McLaren con Ricciardo e Norris più lenti anche di Stroll, bene Perez che fa lo stesso intermedio di Verstappen dimostrando che il suo potenziale è molto più alto del decimo tempo.

3 settore

SIMULAZIONE GARA

Mercedes di un altro pianeta con le soft rispetto alla gara, con Hamilton e Bottas che hanno girato entrambi sul 1.23.4. Campanello d’allarme come in Bahrain sul passo per la Ferrari con le soft, con Sainz che vince ancora il duello con Leclerc, mentre la McLaren dimostra che il suo potenziale è molto più alto di quello mostrato nel time attack, con Norris sugli stessi tempi delle due Ferrari, ultimo di quelli che hanno usato la gomma rossa Ocon.

image-7

Con le medie la Red Bull rilancia la sfida alla Mercedes, con Verstappen e Perez staccati di due decimi da Bottas che ha fatto meno giri e a parità di mescola hanno inflitto sei decimi ad Hamilton, che non ha trovato il feeling con le gomme gialle. Ottimo ritmo per Sainz e Ricciardo di soltanto un decimo inferiore alle Red Bull, come Ocon anche Alonso non ripete la prestazione della simulazione di qualifica, in difficoltà anche sul passo Vettel.

 

image-7
Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: