A Melbourne sono iniziati i lavori di riasfaltatura e modifica di ampie sezioni del circuito, con lo scopo di favorire i sorpassi durante il Gran Premio di F1.

Dopo essere rimasto praticamente invariato sin dal 1996, anno del suo esordio nel circus, lo storico circuito di Albert Park cambierà volto a partire dal 2021. Lo spostamento del GP d’Australia da marzo a novembre ha infatti permesso agli organizzatori di effettuare una grande opera di trasformazione del tracciato situato a Melbourne, che negli ultimi anni, soprattutto a causa dell’evoluzione delle vetture di F1, non ha regalato gare particolarmente emozionanti. La modifica più importante riguarda la sostituzione della chicane lenta (Curva 9-10) con una S velocissima, da effettuare in pieno. Inoltre, per permettere ai piloti di sfruttare traiettorie diverse e per aumentare le possibilità di sorpasso, sono state ampliate Curva 1 (di 2.5 m), Curva 3 (di 4 m), Curva 6 (di 7.5 m), Curva 13 e Curva 15 (entrambe di 3.5 m).

Proprio la volontà di incrementare lo spettacolo ed i sorpassi in pista sta alla base della decisione dei promoter australiani, capitanati da Andrew Westacott. Il CEO dell’Australian Grand Prix Corporation ha giustificato così le novità apportate al circuito: “Dopo 25 anni era necessaria una riasfaltatura completa e, dato che la pista è lunga 5.3 Km, si sono aperte grandi possibilità di modificarla in maniera coerente all’evoluzione delle vetture in questo lasso di tempo. […] Le variazioni provocheranno tempi sul giro più rapidi di circa cinque secondi e forniranno grandi opportunità di sorpasso in Curva 1, 3, 6, 9, 10 e 13. […] Abbiamo aspettato molto a lungo il ritorno della F1 qui a Melbourne e la stagione 2021 sarà certamente molto emozionante. Grazie a queste modifiche nasceranno anche nuove zone che permetteranno agli spettatori di ammirare ancor di più lo spettacolo in pista”.

Sulle modifiche al circuito dell’Albert Park è intervenuto anche Daniel Ricciardo, giudicandole positivamente: “Sono contento che abbiano chiesto il parere di alcuni dei piloti. […] La priorità era ampliare alcuni punti di corda e allungare i rettilinei per poter approfittare dell’effetto scia. Sono sicuro che siano state fatte le cose giuste. L’Albert Park è piuttosto veloce, il che lo rende molto impegnativo essendo un circuito cittadino, ma negli ultimi anni il sorpasso è stato molto difficile. La pista è abbastanza stretta e, con le F1 di oggi, è molto difficile restare attaccati nelle curve veloci, perciò favorire l’utilizzo di traiettorie diverse aiuterà. La rimozione di Curva 9 e 10 è un compromesso: Curva 10 è sempre stata abbastanza impegnativa perché in uscita si arriva vicinissimi al muro, ma negli ultimi anni la trazione è migliorata così tanto da eliminare la sfida di Curva 10. Adesso da Curva 6 a Curva 11 si potrà invece godere di una lunghissima scia con l’aggiunta di una nuova zona DRS“.

Telegram

Instagram https://www.instagram.com/newsf1.it/
Pagina https://www.facebook.com/notizief1
Twitter : https://twitter.com/Graftechweb
Leggi il libro di Aimar Alberto https://amzn.to/3rzWb

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: