La F1 torna ai tilkodromi per il calendario 2021. Fuori Imola, Mugello, Portimao e Nurburgring.

La F1 torna alla normalità e con il Calendario 2021 estromette tutti gli eventi straordinari messi in campo nell’anno del Covid. Le piste di Imola, Mugello, Nurburgring e Portimao non sono state confermate, mentre debutteranno Arabia Saudita ed Olanda. Al momento è stato invece escluso il Vietnam, la cui data, fissata per il 25 aprile, dovrà essere sostituita da qualche altro impianto. La partenza è fissata per il 21 marzo in Australia, mentre si chiuderà il 5 dicembre ad Abu Dhabi.

L’appuntamento di Zandvoort, che nel 2020 si sarebbe dovuto disputare ai primi di maggio, è scalato al 5 settembre, nel bel mezzo tra Spa e Monza. Il Gran Premio d’Italia ci sarà il 12 settembre, nel week-end dove quest’anno si corse l’evento al Mugello. Il calendario 2021 lascia davvero l’amaro in bocca per gli appassionati di F1, che in questa stagione avevano potuto apprezzare delle piste vere come quelle citate in alto. La speranza è che alcuni paesi diano forfait e che si possa ritrovare spazio per questi impianti da brividi, che ci hanno regalato anche le gare più spettacolari. Ovvio che nessuno abbia sentito la mancanza della Cina, come della Francia o di Singapore, ma ancora una volta, il Dio denaro si dimostra la cosa più importante. A sorpresa, il Gran Premio del Brasile è momentaneamente confermato ad Interlagos, anche l’intenzione di Liberty Media era quella di spostare l’evento a Rio De Janeiro. A breve arriveranno aggiornamenti.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: