Sebastian Vettel e Lewis Hamilton sono stati i due protagonisti indiscussi dell’ultimo decennio di Formula 1 . Escludendo il capolavoro di Rosberg nel 2016, il tedesco e l‘inglese si sono quasi sempre contesi il titolo. Oggi possiamo dire che è stato l’alfiere Mercedes ad avere la meglio tra i due, mentre di Vettel non è rimasta altro che l’ombra del pilota che era in Red Bull.

Il vero passaggio di testimone tra i due avviene tra la stagione 2013 e quella 2014, con l’avvento dell’era ibrida. Ripercorriamo allora le tappe della sfida tra Vettel e Hamilton da allora ad oggi.

2014 – Una nuova era

La prima stagione ibrida comincia con Vettel reduce da 4 Mondiali piloti consecutivi e con la voglia di ripetersi ancora. Hamilton invece, negli anni successivi alla vittoria del mondiale 2008 ha vinto “solo” 13 gare, complice anche una McLaren poco competitiva. La manovra del passaggio in Mercedes nel 2013 di Lewis sarà la chiave per dominare insieme al compagno Nico Rosberg il Campionato. Secondo mondiale per l’inglese a 6 anni dal primo. Sebastian, invece, terminerà la sua avventura in RedBull con un quinto posto in campionato, battuto anche con un certo margine dal compagno Ricciardo, terzo. Per il tedesco bisogna cambiare aria.

Gare vinte in Carriera dopo la stagione: Vettel 39, Hamilton 33

2015 – Speranza rossa

Vettel è felice come un bambino. Con il passaggio in Ferrari torna a sorridere: 3 straordinarie vittorie e tante speranze per il futuro della rossa dopo un disastroso 2014. Non è decisamente abbastanza per impedire ad Hamilton di ottenere il terzo titolo mondiale, ma a Maranello sperano di poter cominciare ad impensierire le Frecce d’Argento il prima possibile.

Gare vinte in Carriera dopo la stagione: Hamilton 43, Vettel 42.

GP ITALIA F1/2016 © FOTO STUDIO COLOMBO PER FERRARI MEDIA (© COPYRIGHT FREE)

2016 – “Il nemico del mio nemico è mio amico”

Una stagione difficilissima per entrambi. Hamilton vede farsi soffiare il mondiale dal compagno Rosberg dopo aver commesso troppi errori. Vettel, invece, le prova tutte, ma la SF-16H non è veloce e affidabile quanto sperato. La Ferrari resta a secco di vittorie. Per i due è meglio mettersi questo campionato alle spalle il prima possibile, pensando ai nuovi regolamenti.

Gare vinte in Carriera dopo la stagione: Hamilton 53, Vettel 42.

2017 – A piccoli passi

Dopo la delusione dell’anno precedente, la Ferrari torna in gran forma. La SF-70H si dimostra competitiva, e Vettel non sbaglia quasi nulla. Il tedesco sembra poter reggere la lotta mondiale, ma dopo il disastro in partenza di Singapore, arriva il crollo. Altri problemi di affidabilità per la rossa rendono ancora più facile la vittoria del titolo mondiale per Hamilton e la Mercedes.

Gare vinte in Carriera dopo la stagione: Hamilton 62, Vettel 47.

2018 – So far, so close

Il 2018 sembra l’anno davvero buono per Vettel, complice la competitività della SF-71H che sembra tenere testa alle Mercedes di Hamilton e Bottas. Il tedesco commetter però una quantità di errori tali da consegnare il mondiale nelle mani di Hamilton. Poteva veramente essere l’anno buono, ed il tedesco si mangerà le mani a vita ripensandoci.

Gare vinte in Carriera dopo la stagione: Hamilton 73, Vettel 52.

2019 – Rivalità in casa

L’arrivo di Leclerc in casa Ferrari viene accolto con enorme entusiasmo da parte di media e sopratutto tifosi. Vettel sembra risentirne, e le prestazioni in pista anche. Leclerc riesce ad essere più competitivo di Vettel e la SF90 ottiene nove pole position e tre vittorie, due con il monegasco e una con il tedesco. La monoposto non sembra adattarsi completamente allo stile di guida di Sebastian, che soffre il nervosismo del posteriore. Hamilton continuerà a vincere senza troppo competizione, portandosi a casa il sesto titolo mondiale.

Gare vinte in Carriera dopo la stagione: Hamilton 84, Vettel 53.

Vettel

2020 – Fine di un amore mai sbocciato

La SF1000 è una vettura nata “sbagliata”. Una così poca competitività non la si vedeva dal 2014. Resta dunque difficile dare una vera e propria valutazione ai piloti: sicuramente Leclerc è stato migliore del compagno anche in questa stagione, ma Vettel ha continuato a soffrire il nervosismo del posteriore e tutti gli altri problemi. Da un 4 volte campione del mondo ci si aspettava sicuramente di più, e anche questo porta la Ferrari a non rinnovare Vettel per il 2021, sostituendolo con Carlos Sainz Jr. Una gioia per il tedesco, almeno per ora, un podio in un difficile weekend in Turchia, con una grandiosa rimonta. Nulla però, può impedire a Lewis Hamilton di ottenere il suo settimo titolo mondiale e diventare il pilota con più gare vinte nella storia della F1.

Gare in carriera vinte a stagione in corso: Hamilton 94, Vettel 53.

La verità è che sembra di aver assistito a due percorsi inversi. In Mercedes, Hamilton si è evoluto maturando e diventando il pilota che conosciamo oggi. Vettel, invece, sembra essere in calo costante sopratutto dopo il 2018. Ci auguriamo che la nuova esperienza in Aston Martin al fianco di Stroll possa portargli qualche soddisfazione in più.

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: