Mattia Binotto è convinto che Charles Leclerc e Carlos Sainz sarà la coppia più forte nel 2021, e stuzzica Toto Wolff provocandolo sul rinnovo di Lewis Hamilton e sulla sprint race.

Rilasciando un’intervista alla Stampa, Binotto ha spiegato quali sono le motivazioni che lo hanno convinto ad ingaggiare Carlos Sainz. “E’ giovane malgrado abbia cinque stagioni di Formula 1 alle spalle e rientra nel nostro progetto, quello di squadra, che deve crescere e può diventare vincente in modo stabile. Condivide il nostro spirito e con Charles forma una bellissima coppia“.

Mattia-Binotto-FerrariIl team principal della Scuderia di Maranello, crede ciecamente in Leclerc, e non è preoccupato per la sua esposizione mediatica di questi mesi. “Le sue doti di pilota le abbiamo viste. E’ proiettato verso un grande futuro, e sta migliorando su tutti i fronti. Lo seguiamo nella comunicazione, anche questo è un percorso di crescita, ma per diventare un personaggio completo deve vincere, questo è fondamentale”.

Binotto risponde alle dichiarazioni di queste settimane di Toto Wolff, sulla scelta della Ferrari di annunciare l’addio di Vettel con un mondiale ancora da disputare, parlando del rinnovo di Hamilton. “Mi fa piacere che la Mercedes abbia sempre opinioni su di noi.

Anche io sono sorpreso che non hanno ancora firmato il contratto con Hamilton, noi l’avremmo fatto molto prima. Abbiamo deciso cosi per senso di trasparenza nei confronti di Sebastian, deve pensare al suo futuro non potevamo ritardare la decisione.  La nostra scelta è stata corretta nei suoi confronti e ci fa onore. E’ un quattro volte campione del mondo, merita un top team. Se andasse in Mercedes sarei contento per lui”.

Duello a distanza con Wolff, anche quando esprime il suo rammarico per il veto della Mercedes alla sprint race. “Sono deluso, abbiamo perso una bella opportunità. E’ bastata l’opposizione di una squadra per bloccare la proposta. Mi spiace molto, perché abbiamo accettato dei compromessi in questo periodo”.

Infine Binotto non si sbilancia come alla vigilia di Melbourne, sulle possibilità della Ferrari di lottare per la vittoria in Austria. “La macchina sarà la stessa che avevamo portato in Australia, perché poi c’è stata la chiusura obbligatoria degli stabilimenti. I test invernali non sono stati soddisfacenti”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: