La Formula 1 torna in Giappone dopo 2 anni di attesa, l’ultima volta che la massima categoria del motorsport a ruote scoperte era stata nell’iconico circuito asiatico era stato nel lontano 2019, (lo stesso ultimo anno di Singapore) dove le problematiche legate alla pandemia non erano nemmeno nei nostri orizzonti. A Suzuka si preannuncia però un weekend difficile, nella giornata odierna il meteo è stato particolarmente difficoltoso, con inizio su gomme full wet per effettuare il passaggio alle gomme intermedie solo verso il termine della prima sessione di libere, mentre per domani pomeriggio (tarda notte e prima mattina ora italiana) si preannunciano condizioni molto diverse, motivo per il quale sarà davvero cruciale il lavoro che team e pioti faranno nel corso delle FP3 in vista della qualifica.

In Ferrari il weekend non è esattamente incominciato nel migliore dei modi, dopo l’ottimo passo mostrato in condizioni di bagnato sul circuito di Singapore nemmeno 1 settimana fa, i due piloti della rossa sono sembrati un po’ più in difficoltà qui a Suzuka, con un buon 2° e 3° posto nelle FP1, che si è però trasformato in un 6° e 11° nella seconda sessione di libere, ma il monegasco asserisce che il risultato dele FP2 sia poco attendibile a causa dell’usura delle gomme con le quale hanno girato, con cui non hanno quindi potuto dimostrare il loro reale potenziale.

L’ottimismo è però una virtù per i piloti di Maranello come sappiamo, tanto che Sainz ha cosí commentato l’inizio del weekend giapponese: “È stato un venerdì molto bagnato, e questo di solito significa non girare più di tanto. Oggi però le condizioni di pista sono rimaste piuttosto stabili e così ho avuto modo di provare sia le gomme Intermedie che le Wet. Così facendo ci siamo potuti portare a casa più di un’indicazione utile sul bagnato dunque definirei la giornata odierna produttiva. Ora però è il momento di cominciare a prepararci per la qualifica di domani.”

Mentre il suo compagno Leclerc ha riferito: “Nel complesso è stata una giornata positiva in termini di performance. La prima sessione di libere è andata bene e mi sono sentito a mio agio in macchina, mentre la seconda è stata poco significativa perché le mie gomme erano molto usurate. Il meteo per domani dovrebbe essere completamente diverso rispetto a oggi per cui la terza sessione di libere sarà particolarmente importante per adattare la vettura il più in fretta possibile alle condizioni di asciutto ed essere pronti per le qualifiche.”

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: