Il pilota messicano della Racing Point ha criticato la regia internazionale che punterebbe l’attenzione troppo sulle azioni dei top drivers non facendo emergere i duelli del centro gruppo.

Che in Formula 1 la sfida sia più accesa tra le squadre di seconda fascia rispetto ai 3 top team è cosa nota e al riguardo Sergio Perez ha voluto manifestare il suo pensiero sul lavoro della regia internazionale.
Nel gruppo di mezzo si lotta con le stesse gomme, la stessa aerodinamica e le stesse stron***e di cui parliamo ogni fine settimana e lo spettacolo è incredibile – ha esordito Sergio Perez – Il problema è che non viene mostrato in TV. Penso che i registi non stiano facendo un buon lavoro”.

Il 29enne pilota di Guadalajara si è adirato per la mancata attenzione che la regia internazionale gli avrebbe dovuto riservare in occasione del GP di Abu Dhabi 2019, dove Perez è stato autore di un brillante sorpasso ai danni di Lando Norris. La manovra ha suggellato il decimo posto in classifica di Perez proprio a discapito del talentino della McLaren.
Sia nel caso della sorpasso di Perez su Norris che quello ancora più decisivo di Carlos Sainz sulle Renault di Hulkenberg e Ricciardo, utile per la conquista del sesto posto in classifica piloti 2019, la regia internazionale ha preferito inquadrare Lewis Hamilton (+16.772 secondi sul secondo) nel tranquillo final lap della corsa.

Sergio PerezCredo che il problema sia la grande differenza tra i vari team – ha continuato Sergio Perez – E’ uno sport fantastico, ma gli spettatori devono essere curiosi di accendere la TV e non sapere chi vincerà la gara, così come in qualifica dovrebbe essere eccitante vedere i primi cinque top team lottare per la pole. Come fan mi piacerebbe vedere uno spettacolo simile”.

Anche Carlos Sainz si è lamentato della copertura televisiva: “Spero che prima o poi vengano trasmesse le immagini. Ovviamente se così non fosse ne sarei deluso, ma tutti hanno parlato di questa lotta a centro gruppo per l’intero fine settimana e la battaglia si è protratta sino all’ultimo giro. Abbiamo duellato fino all’ultima curva e non è stato fatto vedere nulla in TV. È strano dato che tutti hanno spinto per la lotta per il sesto posto in campionato ed alla fine le immagini non sono state mostrate”.

Perez Formula 1Sergio Perez, infine, è già concentrato sulla prossima stagione: “Sono impaziente di correre, penso che il 2020 sarà un grande anno. Nell’ultimo siamo migliorati passo dopo passo, ma non abbastanza. Possiamo progredire molto. Penso che i podi e la P4 in campionato dovrebbero essere l’obiettivo per noi il prossimo anno”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: