James Allison, Direttore Tecnico Mercedes, ha dichiarato che l’approccio sbagliato sulle zero sidepod non è stata l’unica complessità per il team. Secondo l’inglese, il problema riguarda il concept complessivo della vettura.

Con le normative sul ground effect del 2022, le Frecce d’Argento hanno scelto un design radicale delle fiancate. Questo design le riduceva di molto, aumentando però significativamente problemi meccanici e di porpoising.

Nonostante fosse l’unico team in griglia, la Mercedes, sotto la guida di Mike Elliott, ha usato questo design per le stagioni 2022 e 2023.

Dopo il Gran Premio del Bahrain l’approccio è stato abbandonato pubblicamente. Al suo posto, a Monaco, la Mercedes ha introdotto una vettura più convenzionale.

Tuttavia, il team non ha potuto apportare grandi cambiamenti alla vettura attuale a causa del budget cap. Questi limiti non ci sono stati però per la W15 del 2024, che verrà presentata il 14 febbraio.

James Allison, ritornato nel ruolo di Direttore Tecnico durante la primavera del 2023, ha dato spiegazioni riguardo le performance del team. Allison ha spiegato dettagliatamente come il design del cofano laterale non sia stato il principale motivo del declino Mercedes, anche così possa sembrare.

james_allison

Le parole di James Allison

“Io non vedo esattamente il mondo allo stesso modo vostro, guardando le pance laterali e decidendo che è un concetto” ha spiegato Allison. “Noi abbiamo seguito un percorso con la nostra vettura, che va dalla punta del naso fino alla coda, e non è stato competitivo”.

“L’aspetto più visivamente notevole erano i nostri zero sidepod , ma questo non è stato assolutamente il fattore decisivo per la mancanza di prestazioni. Non era corretto dall’inizio alla fine, ed è questa la cosa con cui abbiamo dovuto imparare a convivere, e ci è voluto più tempo di quanto avremmo voluto”.

“Ma le pance sono forse emblematiche di una squadra che ha impiegato un po’ troppo tempo per capire qual era la direzione giusta, ma in nessun modo è la caratteristica distintiva che ha segnato il nostro destino”.

La Mercedes si è impegnata molto per cambiare radicalmente la W15, modificando i lati negativi della W14 che non poteva fare durante la scorsa stagione. “Nella mente di un progettista o di una persona specializzata nelle prestazioni in F1, il concetto non ha nulla a che fare con la vettura ha spiegato.

“È un processo mediante il quale si decide cosa sia considerato buono e cosa sia considerato cattivo. È la metodologia per setacciare tutte le molte cose che potresti mettere sulla vettura e trovare solo quelle che pensi davvero aggiungeranno tempo sul giro. La vettura stessa è solo l’output di quel metodo”.

“Quindi, quando ci parlate di concetto, stiamo sentendo: ‘Pensate che il nostro sistema di pesatura in galleria del vento non fosse corretto?’ L’abbiamo cambiato, o il nostro modo di elaborare in CFD era sbagliato e abbiamo cambiato il concetto di quello”.

“Questo è ciò che il concetto significa per noi, e la vettura spunta fuori dall’altro lato quando applichiamo quel processo e quel concetto. Quindi, naturalmente, gli ultimi due anni ci hanno richiesto di adattare il nostro approccio e la nostra metodologia, il nostro concetto, per così dire”. 

“Come risultato di ciò, l’hardware che emerge dall’altro lato sarà necessariamente diverso, perché è definito da decisioni e pesature diverse su cosa sia importante e cosa non lo sia. Vi entusiasmate tutti per il risultato finale, ma in realtà il nostro destino è determinato dall’approccio”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto