Le FP2 sono certamente rimaste nella memoria di tutti coloro che le stavano guardando per il gesto del dito medio dedicato da Max Verstappen a Lewis Hamilton con tanto di commento radio. Ma al di la delle controversie tra i due leader alternati di questo campionato 2021 le FP2 in casa Mercedes non si sono concluse come tutti avrebbero voluto. Hamilton si è infatti fermato a “soli” 3 decimi circa dal leader delle seconde libere Segio Perez. Il britannico alla stampa ha dichiarato:

“In generale, è stata una buona giornata, ma c’è ancora del lavoro da fare. La prima sessione è stata davvero buona, ma ho apportato alcune modifiche per le FP2 e non ero così soddisfatto della macchina. Il ritmo non era male, ma penso che abbiamo perso un po’ di terreno per tutti, quindi dobbiamo scavare nei dati stasera e capire perché”.

Parlando invece del surriscaldamento delle gomme posteriori il 7 volte campione del mondo ha accennato:

“La superficie qui sembra più ruvida e questo significa che è difficile mantenere la temperatura esterna delle gomme, quindi c’è più degrado di quanto abbiamo sperimentato prima. È stata una giornata produttiva, quindi abbiamo molti risultati e dovremmo essere in grado di migliorare per domani (oggi ndr)”.

Mentre Bottas, che sconterà al via del Gran Premio degli USA una penalità di 5 posizioni sulla griglia di partenza a causa di un ulteriore, e adir poco assurdo, cambio del motore a combustione intera, rimane comunque fiducioso delle potenzialità delle loro monoposto nere:

“Penso che abbiamo una buona macchina qui e anche con la mia penalità di cinque posizioni in griglia, possiamo comunque fare una buona gara da dove partirò” riferendosi poi a Hamilton:

“Oggi ha dimostrato di essere abbastanza vicino alla testa (del gruppo ndr), ma è ancora tutto da giocare. A causa della penalità, la cosa principale per me è stata concentrarmi sul passo gara ed è quello che abbiamo fatto, soprattutto nelle FP2. C’è ancora molto lavoro da fare con l’assetto, perché la monoposto non era facile da guidare e, in alcuni punti, la pista ha perso parecchio grip, quindi l’equilibrio non era coerente”, ha spiegato Bottas.

“Ma stasera esamineremo le migliori opzioni e vedremo cosa possiamo fare, perché correrò con altre vetture e devo sorpassare se voglio salire sul podio e lottare per la vittoria” ha chiosato poi il finladense.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: