Mezza sorpresa nel circuito del Bahrain dove la prima pole position stagionale 2022 la conquista Charles Leclerc su Ferrari precedendo il neo campione del mondo Max Verstappen di circa 1 decimo e il suo compagno di squadra Carlos Sainz, terzo a soli 6 millesimi di distacco da Verstappen.

Che la Ferrari sembrasse andare bene era stato già evidenziato ai test, ma tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, anzi un oceano solitamente considerando la Formula 1, non era infatti la prima volta che la scuderia di Maranello veniva data come favorita ai test ore stagionali salvo poi scoprire che la Mercedes si era in verità nascosta. Quest’anno, forse anche a causa dei cambi regolamentari, sembrerebbe che la Ferrari, almeno per ora, ne abbia davvero, bisognerà però innanzitutto vedere come se la cava la rossa sulla lunga distanza in gara e senza ombra di dubbio come gli altri rivali reagiranno sviluppando la monoposto nel corso della stagione, per ora ovviamente Leclerc è pienamente soddisfatto:

Bellissima sensazione. Gli ultimi due anni per il team sono stati difficili. Avevamo delle speranze per questa nuova opportunità, perché era l’opportunità per tornare davanti per noi. Abbiamo lavorato bene come team per ritrovarci di nuovo nella posizione per lottare per il vertice. Sono contento per oggi. La sessione è stata complicata, non ero totalmente contento della mia guida. Però sono riuscito a fare il giro giusto nel Q3. Si parte dalla pole, quindi sono molto contento. C’è margine di miglioramento, anche la guida è diversa dall’anno scorso. I test sono stati molto utili, abbiamo provato stili di guida diversi. Dobbiamo trovare quello perfetto, c’è tanto margine di crescita per noi. Eravamo sicuri che la Red Bull sarebbe stata più veloce anche in qualifica. Ma è una sorpresa positiva, non è andata così. Ora dobbiamo concludere il weekend con un acuto. Domani con le gomme non sarà facile, per via del caldo e dell’aumento di peso delle macchine. Bisogna mantenere la cautela. Il passo c’è ma la gara è lunga, tutto può accadere”.

Verstappen invece si dice molto deluso dalle Mercedes:  Difficile dire se avessi margine. Nel Q2 siamo andati bene, nel Q3 abbiamo faticato con il bilanciamento. Siamo andati a corrente alternata. Ma la macchina va bene soprattutto in gara, crediamo. Questa è la cosa più importante. E’ comunque una buona giornata, un buon inizio della nuova era. Bilanciamento? Non fantastico, ma ovviamente non è troppo male, sennò non saremmo secondi. In qualifica vuoi andare bene, ma la cosa più importante è far funzionare la macchina in gara. La battaglia è stata ravvicinata con Carlos e Charles fino alla fine. Loro hanno fatto un ottimo lavoro nell’inverno e speriamo che sarà una gara entusiasmante. Deluso dalle Mercedes? Molto, molto deluso”.

Sainz ha poi prevedibilmente concluso e completato il discorso di soddisfazione di Leclerc : Charles ha fatto qualcosa di più, ha estratto il potenziale al massimo rispetto a me. Ma sono molto contento dei progressi che ho fatto nel weekend. Ero lontano, avevo sofferto a capire come guidare la macchina. Ero dietro anche di più di mezzo secondo, quindi essere in lotta per la pole è stata una bella notizia per me. Non sono riuscito a tirare fuori quell’ultimo decimo, ma alla fine è meritato. Charles è stato davanti per tutto il weekend e merita la pole. Il team ha fatto un grandissimo lavoro. Il problema è che non sono mai stato così indietro l’anno scorso [rispetto a Leclerc . Questo weekend ho dovuto lottare contro un ritardo di sette otto decimi, lo scorso anno erano stati al massimo un paio. Ho dovuto recuperare passo dopo passo. Ancora non comprendo a pieno la macchina. Fatico a volte mentre guido e questo mi toglie un po’ di spazio nella mente. Ma ero comunque in lotta per la pole, non posso lamentarmi troppo. Charles ha tirato fuori l’ultimo decimo quando contava”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: