Formula 1 – Domenica Lewis Hamilton ha centrato una bellissima vittoria davanti a Max Verstappen. Una gara vinta grazie al talento e alla velocità del pilota inglese, ma grazie anche ad una strategia del muretto inizialmente azzardata ma che poi si è rivelata vincente.

Nonostante il risultato non sono mancati però alcuni momenti di tensione anche in casa Mercedes. Al 53° giro dei 66 previsti del Gran Premio di Spagna Hamilton ha compiuto il sorpasso sul suo compagno di squadra non senza alcune difficoltà. In quel momento il 7 volte campione del mondo era velocissimo e in piena rincorsa alla vetta dopo aver effettuato il secondo pit stop. I due piloti della scuderia tedesca avevano strategie differenti e l’inglese, a causa delle difficoltà nel sopravanzare il compagno di squadra ha rischiato di vanificare la sua rincorsa a Verstappen che si è poi conclusa nel migliore dei modi al 60° giro con il sorpasso ai danni dell’olandese.

Al termine della gara Valtteri Bottas ha commentato l’ordine ricevuto durante la gara di far passare Lewis:

“Ho sentito il messaggio e ovviamente eravamo su strategie diverse a quel punto. Ma in quel momento stavo cercando di allontanare Leclerc dalla mia finestra di pit stop, per potermi fermare nuovamente e tornare in pista davanti a lui. Dunque non volevo perdere troppo tempo e ho cercato di bilanciare le due esigenze“. Chiaramente come pilota cerchi di dare la priorità alla tua gara, ma lavoriamo anche come team”, ha proseguito il finlandese. “Non c’era l’intenzione di rovinare una vittoria per la squadra“.

Wolff
Wolff



Non si è fatta attendere la risposta di Toto Wolff, contento per aver centrato l’obiettivo con Hamilton ma non indifferente alla manovra compiuta dal suo secondo pilota: “Capisco che parliamo di piloti, e so qual è il loro istinto“, ha esordito il manager austriaco. “Avremmo gradito qualcosa di diverso, perché Lewis era una strategia completamente differente. Avrebbe raggiunto Verstappen più velocemente, ma alla fine abbiamo comunque raggiunto il risultato. Posso capire che Valtteri abbia avuto un’altra difficile giornata ed era annoiato. Ma se avessimo perso la gara, sarei stato molto più critico verso di lui. Sicuramente possiamo imparare qualcosa da questa situazione, in entrambe le direzioni. Ne parleremo, ma sarà una discussione amichevole“.
Toto Wolff ha poi analizzato il momento del finlandese: “Continua ad andare a punti e la gara prima era in pole, quindi la sua velocità è notevole. Ma quando le cose vanno storte in partenza, è facile perdere tempo dal leader ed è fondamentalmente un k.o. Dietro Charles ha perso qualcosa come 20 secondi e al massimo poteva fare terzo“.

E’ dall’inizio della stagione che si parla del rinnovo di Bottas. Il talentuoso Russel scalpita per rubargli il sedile ma che vantaggio può dare alla Mercedes? Finchè ci sarà il campione del mondo Lewis Hamilton conviene alterare un equilibrio così vincente? In quel 53° giro, seppur per pochissime curve, ci è sembrato di rivedere il dualismo Hamilton/Rosberg. Pura euforia per gli appassionati ma brividi per il team princpial Toto Wolff.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: