Continuano le lamentele per quanto riguarda la questione dei Test per giovani piloti è la volta di Sainz . Infatti, solo i piloti con meno di 2 gare all’attivo in F1 potrebbero partecipare, e non è di certo il caso di Alonso.

Di conseguenza è arrivata la richiesta anche da parte di Ferrari, McLaren e Racing Point, ma la FIA ha negato subito la possibilità. Renault afferma di aver ottenuto l’autorizzazione in quanto Alonso non avrebbe partecipato a nessuna gara di Formula 1 nel 2020. Sarà dunque un inizio di 2021 in salita per Sainz, Vettel e Ricciardo, i quali non potranno provare le loro nuove monoposto ed adattarsi ai modus operandi dei Team.

Le giornate di test invernali sono anche state ridotte a 3 in seguito ai regolamenti 2021, quindi i tempi sono davvero stretti. Carlos Sainz, futuro pilota Ferrari, ha chiaramente espresso il suo disappunto:

“Non capisco perché mi sia stato negato il test. Mi sembra una scelta senza logica, e difficile da condividere. Ovviamente sono deluso dal fatto che non potrò provare la Ferrari prima del prossimo anno, ma farò il massimo per prepararmi al meglio.”

Per lo spagnolo la scelta più giusta sarebbe stata dare accesso al test a tutti i piloti che avrebbero voluto prenderne parte con i nuovi Team:

“Sarebbe stato importante anche da un punto di vista della sicurezza. Visto che gli chassis sono gli stessi dello scorso anno avremmo potuto provare, ad esempio, il jump test o semplicemente il Seat fit. Grazie ai test di Abu Dhabi avremmo potuto portarci avanti sotto questo aspetto, ma sfortunatamente non sarà così. Sono deluso, ma non posso farci nulla”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: