Dopo aver migliorato le prestazioni nel corso della seconda parte di stagione, in Qatar la Ferrari non hanno brillato. Le due Rosse hanno chiuso in settima e in ottva posizione e sono state anche doppiate dal vincitore Lewis Hamilton. Hanno concluso il gran premio anche alle spalle di Fernando Alonso, finito terzo e di Esteban Ocon. Davanti a loro anche l’Aston Martin di Lance Stroll. Non è stato, dunque, un week-end esaltante per i due piloti. Ma questo è stato dovuto da alcuni ordini di scuderia. Lo ha spiegato il team principal Mattia Binotto nel post gara. Sia a Leclerc che a Sainz è stato chiesto di non spingere fin da subito per tenere fede alla strategia di una sosta sola che volevano attuare.

Ferrari, le parole di Binotto

Fin dal primo giro abbiamo chiesto ai piloti di non spingere mai, per tentare di fare un solo pit stop, quindi loro si sono proprio trattenuti alla guida. Abbiamo spinto solo gli ultimi dieci giri, quando avevamo la certezza di poter arrivare in fondo con la gomma. E devo dire che ha funzionato, soprattutto se si guarda ad altri che hanno spinto quando magari non serviva e poi hanno bucato. Quindi merito alla squadra che ha saputo gestire le gomme” ha poi aggiunto Binotto apparso soddisfatto di aver limitato i danni.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: