Juan Manuel Correa, il pilota di Formula 2 infortunatosi nell’incidente avvenuto durante il weekend belga, rimane in terapia intensiva in coma indotto.

Juan Manuel Correa ha riportato una lesione alla colonna vertebrale ed una frattura ad entrambe le gambe nell’incidente di Spa, in Belgio, il 31 agosto.

Le sue lesioni alle gambe “rimangono una preoccupazione importante” e sarà operato quando i suoi polmoni saranno “abbastanza forti”. Inoltre i polmoni di Correa stanno “gradualmente recuperando”, ma le sue funzioni respiratorie necessitano ancora dell’aiuto di alcuni macchinari. Il ventenne ha subito un’operazione di quattro ore a Liegi, ma all’arrivo a Londra gli è stata diagnosticata la sindrome da distress respiratorio acuto.

View this post on Instagram

NEWS – Medical Statement on Juan Manuel Correa: Juan Manuel Correa remains in the Intensive Care Unit in a state of induced coma. Although his lungs have gradually recovered, his respiratory functions continue to be assisted by ECMO and a breathing ventilator. Juan Manuel’s leg injuries remain an important concern and will undergo immediate surgery once his lungs are strong enough to withstand the procedure. More information will be provided when available. #StayStrongJM Informe Medico de Juan Manuel Correa: Juan Manuel continúa en la Unidad de Cuidados Intensivos en estado de coma inducido. Aunque sus pulmones se van recuperando gradualmente, necesita ser asistido por una máquina ECMO y un respirador. Las graves lesiones que sufrió Juan Manuel en sus piernas continúan siendo una preocupación importante, y deberá someterse a una nueva intervención una vez que sus pulmones estén lo suficientemente fuertes para entrar en quirófano. #StayStrongJM

A post shared by Juan Manuel Correa (@juanmanuelcorrea_) on

Pochi giorni fa è stato diramato un altro bollettino medico: “Juan Manuel resta in terapia intensiva in uno stato di coma indotto. Sebbene i suoi polmoni abbiano recuperato gradualmente, le funzioni respiratorie continuano a essere assistite da un respiratore e un dispositivo di ossigenazione extracorporea a membrana. Le ferite alle gambe restano una preoccupazione importante e verranno operate immediatamente una volta che i suoi polmoni saranno sufficientemente forti da reggere l’intervento. Maggiori informazioni verranno fornite quando disponibili”.