La scuderia statunitense sceglie (ancora) la strada della continuità rinnovando la fiducia agli attuali piloti anche per la stagione 2020.

La Haas continua sulla stessa linea degli ultimi 3 anni e Romain Grosjean e Kevin Magnussen saranno i piloti ufficiali della scuderia americana anche nel 2020.

Gunther Steiner, inizialmente, aveva fatto pensare ad un cambio di line-up per la prossima annata, ma alla fine sia Grosjean che Magnussen hanno conservato il sedile. Le prestazioni dei due alfieri della Haas nel 2019 sono risultate in netto calo rispetto allo scorso anno. La Haas ha concluso il 2018 al quinto posto con ben 93 punti in classifica costruttori, mentre ora versa in penultima posizione con soli 26 punti dopo 14 prove del mondiale F1 2019.

L’importanza del fattore esperienza è stato uno dei punti chiave del team Haas da quando è in Formula 1 – ha dichiarato Gunther Steinere con Romain Grosjean e Kevin Magnussen continueremo ad avere un tandem di piloti che ci garantisce una solida piattaforma su cui proseguire la nostra crescita. Conoscono molto bene la nostra realtà, e la loro riconferma ci garantisce una preziosa continuità ed una solida base per proseguire a costruire il nostro team”.

In Australia, per il quarto anno consecutivo, i semafori si spegneranno per la Haas con il duo franco-danese. Per Nico Hulkenberg, invece, la scelta di Gene Haas rappresenta una doccia fredda. L’attuale pilota della Renault, soppiantato da Esteban Ocon nel 2020, ha poche chance di rimanere in F1. Le speranze per il tedesco possono limitarsi, oramai, ad un colpo di testa di Helmut Marko o alla possibilità che Giovinazzi sia lasciato a piedi dall’Alfa Romeo Racing. Infine, si sono chiuse anche le porte della Formula E per Nico che avrebbe potuto sperimentare la serie elettrica. Line up complete e altra occasione persa.