Raggiunto dal sito ufficiale della F1, Toto Wolff ha confermato le difficoltà della Mercedes nei test, senza dare indizi sulle loro possibili cause.

Lasciata alle spalle la tre giorni di test, dominata dalla Red Bull di Max Verstappen, i rapporti di forza tra i team in griglia restano ancora tutti da scoprire. Come ogni anno, infatti, le prove pre-stagionali non hanno regalato verdetti oggettivi, bensì solo curiosi spunti di riflessione in vista del primo appuntamento del campionato. Il più discusso sono certamente le prestazioni della Mercedes, che venerdì ha iniziato con problemi di affidabilità e domenica ha concluso con una vettura nervosa al posteriore e ancora lontana dalla perfezione a cui ha abituato tutti. Nonostante la W12 sia parsa in crescita nell’arco dei tre giorni, il team di Brackley, attraverso le parole di Andrew Shovlin, si ritiene inferiore alla Red Bull almeno sul passo gara. Dopo la conclusione dei test ha parlato anche Toto Wolff, che tuttavia non ha mostrato grande inquietudine in vista del Gran Premio del Bahrein del 28 marzo.

Queste le parole del Team Principal della Mercedes al sito ufficiale della F1: “Mi preoccupo sempre, a volte per le giuste ragioni, altre per quelle sbagliate. Però i test pre-stagionali sono sempre emozionanti perché ogni volta si trovano cose che non vanno bene, e abbiamo sofferto abbastanza nelle prime giornate. Comunque, il problema non è l’autocompiacimento. C’è una ragione per cui sono pochissimi i team che vincono un Campionato Mondiale o riescono a vincerne in successione. Si tratta di un’organizzazione che necessita di rimanere sempre energica e motivata, e questo non è un dettaglio da poco”.

Wolff ha inoltre negato che i guai al cambio occorsi lo scorso venerdì sulla W12 siano dovuti alla mancanza di un vero e proprio shakedown della nuova vettura della Mercedes, che è l’unico dei 10 team a non aver ancora realizzato un filming day: “Se fatto in condizioni ottimali, lo shakedown ti permette di capire qualche cosa in più, ma i problemi che abbiamo avuto nei primi giorni non sono dovuti al fatto di non averlo effettuato. Il prossimo passo…” – conclude il Team Principal della Mercedes – “… sarà elaborare i dati. Cercheremo di capire in quali aree la performance è stata buona e in quali no, e dove la correlazione con le simulazioni e la galleria del vento è stata buona e dove no […]“.

Telegram

Instagram https://www.instagram.com/newsf1.it/
Pagina https://www.facebook.com/notizief1
Twitter : https://twitter.com/Graftechweb
Leggi il libro di Aimar Alberto https://amzn.to/3rzWb

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: