Lewis si prepara alla nuova stagione con la volontà di raggiungere i sette mondiali di Schumacher, ma spera nella permanenza di Kimi Raikkonen per non diventare il più vecchio in griglia.

Lewis Hamilton si prepara al mondiale 2020 ed appare in forma smagliante. Qualche giorno fa infatti, il sei volte campione del mondo aveva annunciato sul suo profilo Instagram che in questa stagione sarà una vera e propria macchina, in grado di puntare al raggiungimento dei sette titoli mondiali di Michael Schumacher. Il britannico ha ormai raggiunto la soglia dei 34 anni, ed è il secondo più vecchio in griglia alle spalle di Kimi Raikkonen con le sue 40 primavere.

Hamilton ha rilasciato alcune dichiarazioni al quotidiano britannico GQ Hype, dove ha scherzato proprio sul discorso dell’età che lo vede ormai come uno dei piloti più anziani in un parco partenti sempre più fatto da giovanissimi talenti: ”Devo iniziare a pagare Kimi per farlo continuare a correre, non voglio essere il più vecchio in griglia. Per fortuna, credo che proseguirà la sua carriera ancora per un bel pò. Io comunque non mi sento affatto vecchio, anzi sono più giovane ed in forma che mai. Ora riesco a far funzionare tutto a meraviglia grazie all’esperienza che ho acquisito”.

Non sono d’accordo con il fatto che andando avanti con l’età sia più difficile restare in forma fisicamente, anche se in futuro prima o poi questa capacità si ridurrà. Adoro ciò che faccio perchè vieni sfidato costantemente. Lo scorso anno avevo appena vinto il campionato eppure avevo già preso un appuntamento con il mio ingegnere Bono per capire dove migliorarmi. Nel 2019 ci sono stati alcuni alti e bassi, ma voglio ottenere di più specialmente in qualifica ed estrarre qualcosa di più dalle gomme. Tutti i giovani che stanno arrivando sono molto vogliosi di vincere e dunque sarò costretto a lavorare maggiormente”.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: