Gli otto volte Campioni Costruttori di Formula 1 hanno concluso la gara della Florida al quinto e sesto posto rispettivamente con George Russell e Lewis Hamilton.

I miglioramenti della W13 hanno oscillato durante il fine settimana, mostrando una velocità decente il venerdì e poi sono andati a calare nel corso del weekend.

Wolff ha riflettuto tanto, e ha ammesso che il team sta attraversando un momento di noia mentre si attarda, rimanendo comunque il terzo team più veloce in griglia dietro Ferrari e Red Bull.

“Alla fine della giornata non c’è un momento felice o non felice; al momento è un po’ noioso”, è stato citato dal sito ufficiale della F1. “Siamo i terzi più veloci in pista, in un certo senso nella terra di nessuno. Abbiamo passato un buon venerdì, dobbiamo analizzare il perché e poi tornare a migliorarci, perché non siamo al top a il momento”, ha aggiunto Wolff.

L’austriaco è stato onesto sul fatto che la squadra si sia un po’ smarrita cercando di scoprire come la W13 – una vettura promettente in cui credono – non si stia comportando come si aspettavano.

“Siamo stati dritti dall’inizio, volando un po’ nella nebbia”, ha ammesso. “È chiaro che c’è del potenziale in questa macchina, semplicemente non sappiamo come sbloccarlo. Non abbiamo mai avuto questa situazione prima in nessuno degli anni”, si è lamentato Wolff.

La Mercedes ha rivelato che cercherà di avere un pacchetto di aggiornamento per la prossima gara a Barcellona e valuterà presto se attenersi al loro concetto “zero-pod” o abbandonarlo a favore del concetto più convenzionale che ha debuttato ai test proprio sul circuito spagnolo.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: