F1 Mercedes – Mentre le Frecce d’Argento cercano di riprendersi da un 2022 disastroso Toto Wolff ha lasciato intendere che il progetto della W14 sarà “pieno di sorprese”,

La W13 si è dimostrata la vettura più difficile nella storia del costruttore tedesco tanto da concludere la passata stagione con una sola vittoria.

Toto Wolff recentemente ha lasciato intuire che i problemi della W13 erano presenti già nell’ottobre dell’anno precedente, il che ci fa presumere che Mercedes stia lavorando da alcuni mesi alla vettura per il 2023.

La Mercedes, in passato, ha già dimostrato di essere in grado di tirare fuori dal cilindro alcuni trucchi: la vettura per la stagione 2022 era, per esempio, notoriamente priva di sidepods rispetto ai concorrenti. Con i team che si apprestano a svelare le monoposto per prossima stagione (il mese prossimo), Wolff ha lasciato intendere che la loro vettura sarà molto diversa questa volta.

“È piena di sorprese”, ha detto Wolff ai media, “L’ultima volta che l’ho vista ho pensato ‘oh, sembra uguale alla W13’, ma speriamo che non sia la stessa cosa”.

Dato il grande cambiamento dei regolamenti per la stagione 2022, è probabile che la W14 condivida almeno alcune delle qualità estetiche con la W13. Wolff ha ammesso che anche se la nuova vetture sembra simile, gli è stato assicurato che sotto è molto diversa.

“Io sono più o meno come voi, vado in galleria del vento e mi sembra di vedere la macchina di quest’anno, ma mi dicono che sotto è molto diversa. È una questione di flussi d’aria, di distribuzione dei pesi, di mappa aerodinamica”.

“La nostra vettura è cambiata radicalmente verso metà anno: abbiamo cambiato il concetto, ma esteticamente non si vedeva nulla di nuovo”.

Anche se le vetture sono simili, Wolff spera che non siano state trasferite le “cattive abitudini” della W13 nell’auto che correrà la prossima stagione. Ha detto che scoprire e risolvere i problemi della W13 è stato come sbucciare una cipolla.

“Abbiamo capito molto meglio quali fossero i problemi”, ha spiegato. “Sbucciando l’auto strato dopo strato come fosse una cipolla. Mano a mano che smontavamo scoprivamo problemi su problemi, ma credo che siamo arrivati al punto di capire bene perché la macchina non funzionasse”.

“Tutto sta nei dettagli: come possiamo far funzionare la macchina dal punto di vista aerodinamico? Come possiamo migliorare la guida e renderla più divertente?”.

“Penso che se riusciremo a risolvere questi problemi durante l’inverno, potremo almeno fornire una piattaforma stabile ai piloti e da lì potremo svilupparla”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: