La conferma ufficiale è arrivata: Robert Kubica terminerà il suo contratto con la Williams e lascerà la squadra dopo una sola stagione.

Robert Kubica ha ufficializzato il suo addio alla Williams. Naturalmente Kubica farà parte della squadra britannica fino alla fine della stagione 2019, ma non intende rimanere nel team Grove per un altro anno. La conferma è stata data anche dallo stesso team inglese.

Il mio ritorno in F1 è stato un percorso lungo – ha dichiarato il polacco – è stato duro ma penso di aver preso la decisione giusta. Avremmo voluto e apprezzato risultati migliori in Williams, ma ora devo guardare avanti e voltare pagina“.

Robert Kubica si è tolto la soddisfazione di marcare 1 punticino nel 2019, l’unico della scuderia di Grove nel 2019.

Se escludiamo i risultati, che hanno ovviamente una grossa influenza nel Motorsport, di sicuro la sfida più importante è rappresentata dagli ultimi sette anni, quindi tornare sulla griglia di F1 – ha raccontato Kubica in conferenza E’ stato il finale migliore che potessi immaginare e ottenere. Possibilità al simulatore per il futuro? Ripeto, è stata una mia decisione quella di lasciare la Williams e riguarda solo me. Sul simulatore non voglio entrare nei dettagli, ma valuterò le opzioni. Ma sarei sorpreso se il prossimo anno non mi ritrovassi a gareggiare da qualche parte“.

La PKN Orlen porrà fine alla sua cooperazione con la Williams. È stato chiaramente affermato che non ci sono trattative per un miglioramento significativo dei risultati nella prossima stagione, e in assenza di prospettive di sviluppo, si è deciso di separarsi. D’altra parte, l’immagine e i profitti aziendali sono così sostanziali che Orlen rimarrà in Formula 1 la prossima stagione. Inoltre, Kubica continuerà a far parte del team Orlen ed entrambe le parti sono alla ricerca delle migliori soluzioni possibili per il prossimo anno. Dall’altra parte l’azienda polacca ha voluto precisare che rimarrà comunque in F1, alla ricerca di un’altra scuderia.

williams_mercedesUna cosa è certa: Robert Kubica non vuole correre con la Williams, indipendentemente dai piani del team e dalle decisioni del personale. È chiaro che Robert vorrebbe correre, ma non a tutti i costi, non con una macchina staccata di 2 secondi in qualifica dal resto del gruppo e non in un’atmosfera del genere, alla quale ha resistito per così tanto tempo.

La cosa più importante è che Orlen rimarrà in Formula 1 e lavorerà con Kubica sulla migliore soluzione per la stagione 2020. Si può immaginare che i colloqui di cooperazione vengano condotti per trovare una soluzione, ma i sedili liberi sono pochi. Tutto dipende da quanto Robert vuole rimanere nell’ambiente di Formula 1 e associare eventuali piani futuri con lo sponsor. Non è detto, però, che le parti non possano scegliere anche di cambiare competizione.