Sergio Perez e la Racing Point aprono comandando il week-end del GP di Stiria, con Verstappen secondo davanti alle Mercedes. Indietro Leclerc e Vettel che non cercano tempi.

Il fine settimana del Gran Premio di Stiria si è aperto questa mattina sul tracciato del Red Bull Ring, con Sergio Perez e la Racing Point immediatamente al comando delle operazioni. Il messicano ha girato con gomma Soft in 1’04”867, dimostrandosi molto competitivo anche sulla simulazione di passo gara. Al secondo posto troviamo la Red Bull targata Honda di Max Verstappen, attardato di appena 96 millesimi a parità di mescola.

Se Perez e la Racing Point si godono il primo posto, va sottolineato che le Mercedes occupano la virtuale seconda fila per il semplice fatto che hanno girato con gomma Media. Valtteri Bottas precede Lewis Hamilton con un crono in 1’05”089, dunque a soli due decimi dal battistrada nonostante la mescola di svantaggio. Questo sottolinea quanto la W11 sia nuovamente la grande favorita, ricordando che per la giornata di domani è prevista pioggia e le qualifiche potrebbero rivelarsi una lotteria. Quinto Lance Stroll, che accusa un gap di oltre mezzo secondo dal compagno di squadra. Sesto Alexander Albon, seguito dalla McLaren di Carlos Sainz e dalla positiva AlphaTauri con Pierre Gasly. Chiudono la top ten Daniel Ricciardo con la Renault e Sebastian Vettel con la prima Ferrari.

Le SF1000 hanno dedicato la sessione mattutina allo studio dei nuovi componenti, vale a dire il fondo e l’ala anteriore, modificata nei flap. Il tedesco è infatti staccato di quasi un secondo con gomme rosse, davanti a Daniil Kvyat e Charles Leclerc. Le velocità in curva della rossa appaiono in salita, ma per ora si conferma il gap importante a livello motoristico nel primo settore. Tredicesimo Esteban Ocon davanti a Lando Norris, con la prima Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen che ha siglato il quindicesimo tempo. Continua a deludere la Haas che è nelle retrovie, mentre va segnalato il ritorno in pista di Robert Kubica che ha preso il volante di Antonio Giovinazzi. Stesso discorso in casa Williams, dove Jack Aitken ha sostituito George Russell. Sessione da incubo per il debuttante, a causa dell’allarmante cedimento sulla power unit Mercedes della sua monoposto. Alle 15 la seconda sessione di libere.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: