Il terzo week-end della stagione è iniziato con le libere di Portimao, dove la sfida tra Mercedes e Red Bull si conferma entusiasmante. Bene la Ferrari che paga solo un paio di decimi.

Grande equilibrio nelle prime prove libere di Portimao, dove va in scena il terzo atto del mondiale 2021. La sfida è tra Mercedes e Red Bull targata Honda, anche se la Ferrari non è affatto lontana. Il miglior tempo lo ha siglato Valtteri Bottas calzando un treno di gomme Soft, con le quali ha girato in 1’19”648, battendo Max Verstappen di appena 25 millesimi. L’olandese si è però lamentato di avere delle enormi vibrazioni con gli pneumatici morbidi, per cui il suo tempo non rispecchia a pieno il potenziale che ha la RB16B.

Terzo Sergio Perez, venuto fuori nel finale dopo una sessione vissuta nelle retrovie. Sotto la bandiera a scacchi è arrivata la zampata di Charles Leclerc, quarto a poco più di due decimi dal battistrada. Il monegasco ha fatto segnare il record nel terzo settore, facendo capire che la rossa è in continua crescita ed in simbiosi con la pista portoghese. In quinta piazza c’è l’altra W12 di un Lewis Hamilton nascosto, autore diverse volte del primato nel primo intermedio, per poi alzare il piede nelle altre parti del tracciato. Il campione del mondo ha fatto segnare un 1’19”967 che lo ha tenuto davanti all’AlphaTauri di Pierre Gasly, con un super George Russell settimo sulla Williams. Dietro al britannico c’è la McLaren di Lando Norris, seguito da Carlos Sainz e dall’Alpine di Esteban Ocon che ha chiuso la top ten.

L’Aston Martin di Lance Stroll apre la seconda parte di classifica, seguita da Daniel Ricciardo e Yuki Tsunoda. Fernando Alonso continua a soffrire il compagno di squadra e non va oltre il quattordicesimo tempo, davanti ad una deludente Alfa Romeo Racing con Kimi Raikkonen e Callum Ilott, il quale ha preso il posto in mattinata di Antonio Giovinazzi. Tra i due si è inserito Sebastian Vettel, mentre ha fatto un buon lavoro Mick Schumacher che ha portato la Haas davanti a Nicholas Latifi. Poco da dire su Nikita Mazepin, ultimo a più di due secondi dal compagno di squadra. Alle 16 le seconde libere.

 

 

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: