Mick Schumacher non vede l’ora di scendere in pista nei test del Bahrain, ed è contento di riportare a nove anni dall’ultima gara del padre il nome della sua famiglia in Formula 1.

Nel corso della presentazione della Haas, Mick Schumacher ha parlato delle sue aspettative per il debutto nel mondiale di Formula 1, dove cercherà di essere subito competitivo ed aiutare la squadra americana a riscattare il 2021 e tornare sui livelli del 2020.

Mick-Schumacher Alfa Romeo Haas

Al tedesco non interessa la livrea della VF12, ma di trovarci subito il feeling nei test del Bahrain. “I colori non mi preoccupano, fintanto che la macchina sarà veloce sarò contento. Vedo solo i colori del team, è una macchina molto piacevole ed è bello vederci sopra il numero 47. Non vedo l’ora di farci i primi giri”.

Schumacher non è preoccupato da quanto ha affermato durante la presentazione da Gunther Steiner, che la Haas non aggiornerà la macchina nel corso della stagione.  “Non vuol dire che non avremo alcuno sviluppo, che non spingeremo. Proveremo a essere nel metà gruppo e cogliere ogni chance che potremo. Non vedo l’ora di affrontare questa sfida

Il campione del mondo di Formula 2, è già concentrato sulle prove di Sakhir. “Adesso mi proietto al primo test, so cosa devo fare, come lavorare con la squadra e come passare in rassegna tutte le verifiche in modo da essere pronti al meglio per la prima gara. La prova sedile è durata dalle 8 del mattino alle 10:30 di sera. Non è stata per nulla facile, il cockpit è decisamente stretto ma sono fiducioso sia andata bene. Avrò la certezza solo dopo alcuni giri, quando riesci a verificare dove sono presenti eventuali punti di pressione“.

In conclusione Schumacher ribadisce che il confronto con padre non lo spaventa, e rivela qual’è il suo obiettivo per il Gran Premio del Bahrain. “Felicissimo e orgoglioso di riportare il nome Schumacher in Formula 1. È anche un incentivo per me a lavorare il più duramente possibile. Voglio centrare la perfezione e spingere in ogni opportunità che avremo.  Le emozioni arriveranno una volta che sarò in gara, assolutamente. Spero di finire la prima con un gran ghigno in faccia e le farfalle nello stomaco”. 

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: