L’Olandese ce l’ha fatta, ma che decisiva gara ad Abu Dhabi. Verstappen supera Lewis all’ultimo giro e conquista il mondiale per la prima volta. Ma continuano le polemiche. What a race. Termina al cardiopalma l’ultimo weekend della stagione di Formula 1. Vince Max Verstappen conquistando, così, anche il Mondiale più bello dell’ultimo decennio.

Il decisivo GP di Abu Dhabi si è aperto con Lewis Hamilton e Max Verstappen a pari punti dopo una stagione piena di emozioni.

Max in Pole perde subito la posizione alla partenza, nonostante le gomme rosse. Lewis Hamilton ne approfitta e sulle sue gialle guadagna uno stint niente male. Un leggero contatto tra I due è stato considerato non da investigazione e dunque le prime polemiche divampano. Poi una gara tutta in solitaria per l’inglese, con una Red Bull in netta difficoltà.

Nonostante ciò grande lavoro di squadra con la difesa stratosferica di Perez su Hamilton (non rientrato) che ha acconsentito al compagno di squadra, dopo aver cambiato le gomme, di avvicinarsi al rivale. Peccato per il suo ritiro sul finale. Probabilmente avrebbe guadagnato punti importanti per il mondiale costruttori. Succede tutto nel finale. Latifi va a muro a 5 giri dal termine. La Direzione di gara inserisce subito safety car e dunque pit stop e gomma rossa nuova per Verstappen. Hamilton non ha margine per rientrare e il timore che la gara potesse terminare in regime di SC ha divampato in tutti gli appassionati.

Lewis Hamilton davanti a tutti, compresi i doppiati, ha sperato fino all’ultimo, nell’incredulitá espressa nel team radio. La Direzione Gara ordina ai doppiati di sdoppiarsi e così Max Verstappen si ritrova nuovamente dietro il rivale, pronto ad attaccare. La polemica ancora tutt’ora viva, riguarda proprio l’episodio della ripartenza all’uscita della SC con Max intrepido a riprendere la gara, nonostante non avesse DRS.

Ma è qui che l’intero mondiale si è deciso.

Max Verstappen supera Lewis Hamilton all’ultimo giro utile e compie anche una gran difesa sul rivale fino all’ultima curva, quando la bandiera a scacchi ha sventolato proclamandolo campione del mondo 2021. Sul podio anche la Ferrari di Carlos Sainz, che termina un primo anno alla Rosaa fantastico. È suo, infatti, il quinto posto nel mondiale piloti, diventando il primo degli altri. La Ferrari conferma il terzo posto costruttori. Decimo, invece, Leclerc, che arriva settimo in classifica ad 1 punto da Norris. Tanta sfortuna per lui quest’anno.

Ritiro, invece, per Raikkonen alla sua ultima gara, Russell, Giovinazzi e Perez. È stato un mondiale pieno di emozioni, polemiche e tachicardia.

Vince Max Verstappen, forse il pilota più costante per l’intero mondiale.

Vince per la prima volta nella sua carriera, battendo Sir Lewis Hamilton e difendendo il record di Michael Schumacher.

Una Red Bull più squadra perde il Mondiale costruttori, l’ottavo di fila per la Mercedes, ma ha un grande futuro davanti con un pilota talentuoso e, perché no, amante delle corse in un modo rude, come forse dovrebbe essere la Formula 1. Max Verstappen è campione del mondo, ed è entrato ufficialmente nella storia aprendo una nuova era.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: