L’introduzione del budget cap da 145 milioni di dollari ha obbligato molte scuderie a ricollocare il proprio personale per evitare licenziamenti di massa.

Per la prima volta nella sua storia, dal 2021 la F1 si è dotata di un complesso regolamento finanziario, il cui obiettivo è appianare le enormi differenze in termini di investimenti tra i top team e le scuderie più umili. Le nuove norme obbligano tutti i team ad operare, nel 2021, al di sotto di un limite fissato a 145 milioni di dollari, che nelle prossime stagioni sarà ulteriormente ridotto fino a raggiungere i 135 milioni di dollari dal 2023 in poi. Sebbene alcuni investimenti non rientrino nel budget cap (stipendi dei piloti e delle tre persone più pagate del team, spese per marketing e Power Unit ecc.), le scuderie più ricche sono state costrette a prendere grandi contromisure per non oltrepassare il limite imposto dal nuovo regolamento.

Mercedes

James Allison, Direttore Tecnico della scuderia di Brackley, ha recentemente rivelato che rientrare nel budget cap ha rappresentato:[…] un’enorme mole di lavoro e ci ha tenuto molto impegnati”. La principale contromossa del team anglo-tedesco è stata la ricollocazione degli esuberi nel reparto Applied Science, che fornisce consulenze e servizi grazie alle conoscenze tecniche ed alle strutture del team di F1. Proprio questa costola della scuderia è coinvolta dal 2019 in una partnership con INEOS, che vede diciotto ingegneri impegnati con l’INEOS Team UK di vela. Inoltre, essendo Daimler un gigante dell’industria automobilistica, è probabile che parte degli esuberi siano spostati nella produzione stradale o in altre categorie come la Formula E.

Red Bull

La scuderia anglo-austriaca non può, al contrario di Mercedes, contare su un reparto stradale. Tuttavia, anch’essa è dotata di una costola nata dalla F1, ossia Red Bull Advanced Technologies. Negli anni, questo dipartimento tecnologico ha realizzato collaborazioni e progetti che hanno visto impegnati membri chiave della scuderia anglo-austriaca. Basti pensare al coinvolgimento di Adrian Newey nel progetto Aston Martin Valkyrie. E’ dunque assai probabile che una certa quantità di esuberi sia dirottata nel reparto Advanced Technologies, specie dopo l’annuncio, giunto pochi giorni fa, della collaborazione con Oreca per la realizzazione di un concept di vettura ad idrogeno per l’edizione 2024 della 24 Ore di Le Mans. Infine, pare scontato che qualche unità della scuderia passerà alla sorella minore, l’AlphaTauri, che si trova certamente al di sotto del limite di 145 milioni.

Ferrari

Anche la scuderia di Maranello ha deciso, annunciandolo pubblicamente, di trasferire parte del proprio personale in una scuderia ben lontana dal limite imposto dal budget cap, ovvero la Haas. Ma non finisce qui: vicino alla sede Ferrari sorgerà infatti un edificio interamente dedicato al cliente americano e in cui lavoreranno molti esuberi della Rossa, tra cui Simone Resta. La Scuderia avrà inoltre la possibilità di ricollocare del personale nel reparto stradale e cercherà, come annunciato da Mattia Binotto, di evitare in ogni modo i licenziamenti. Il Team Principal della Rossa ha tuttavia confessato che la redistribuzione del personale è un processo complesso e lungo, suggerendo un rinvio della deadline imposta dalla F1 a giugno.

Gli altri

Per quanto riguarda gli altri sette team, si può affermare con certezza che per le già citate AlphaTauri ed Haas cambierà poco o nulla. Stesso discorso per Alfa Romeo-Sauber e Williams, anch’esse molto al di sotto del tetto massimo. Anche Aston Martin sarà probabilmente esente da conseguenze, visto il suo contenuto numero di dipendenti rispetto ai top team. Più difficile invece dire se ci sarà un numero considerevole di esuberi in McLaren ed Alpine. In quel caso, sia il team inglese che la casa francese potrebbero trasferirli nel reparto stradale o in altre competizioni, con il team di Woking che pare interessato ad un ingresso in Formula E.

Telegram

Instagram https://www.instagram.com/newsf1.it/
Pagina https://www.facebook.com/notizief1
Twitter : https://twitter.com/Graftechweb
Leggi il libro di Aimar Alberto https://amzn.to/3rzWb6

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: