La Ferrari parte forte con Charles che fa subito la differenza. Le Mercedes sono staccate ma Bottas ed Hamilton hanno girato con le gomme medie

La prima sessione di prove libere del Gran Premio di Russia è andata in archivio nel segno della Ferrari. Charles Leclerc proviene da tre pole position consecutive e non ha nessuna intenzione di interrompere la propria striscia positiva, visto che si è messo subito al comando delle operazioni girando in 1’34”462 con gomme Soft. Questo significa che siamo già sotto alla miglior prestazione della stessa sessione 2018. Sorprende Max Verstappen che ha piazzato la sua Red Bull targata Honda a soli 82 millesimi dal battistrada, ottenendo però quel tempo quando la pista era in condizioni migliori. Terzo Sebastian Vettel, staccato di oltre mezzo secondo dal compagno di squadra a parità di mescola.

Inizia più in sordina la Mercedes: il team di Brackley ha deciso di optare per le gomme medie, restando piuttosto lontana dai migliori croni. Valtteri Bottas ha confermato il proprio feeling con la pista di Sochi, restando distanze di 736 millesimi da Charles Leclerc. Leggermente più in difficolta Lewis Hamilton, staccato di un secondo esatto dal monegasco del Cavallino. Il campione del mondo è stato anche protagonista di un lungo alla prima curva, nel tentativo di cercare immediatamente il limite. Sesto Alexander Albon che proprio non riesce a stare sulle prestazioni di Verstappen. Nel finale del turno si è assistito anche ad una breve simulazione di passo gara, dove Mercedes e Ferrari sono sembrate assolutamente sullo stesso ritmo. Ottimo uno dei passaggi di Leclerc che in 1’39”642 ha stabilito la miglior prestazione in questo senso. Prima della bandiera a scacchi si è anche assistito ad un cedimento del flap superiore dell’ala posteriore di Bottas, costretto a rallentare il suo ritmo.

Alle spalle dei top team si sono arrampicate le due Renault: Nico Hulkenberg è settimo, arrivando ad appena due decimi da Hamilton. Il tedesco ha fatto una bella differenza rispetto ai diretti concorrenti, visto che Daniel Ricciardo è ottavo ma ad oltre mezzo secondo dal compagno di squadra. Nono un positivo Sergio Perez con la Racing Point davanti alla Haas di Romain Grosjean che completa il gruppo dei primi dieci. Per il momento non brilla la McLaren con Carlos Sainz che è undicesimo e Lando Norris sedicesimo tra le Alfa Romeo Racing di Raikkonen e Giovinazzi. La prima Toro RossoHonda è quella di Pierre Gasly in dodicesima posizione mentre peggio è andata a Daniil Kvyat. L’idolo locale ha avuto un problema alla power unit fermandosi dopo pochi minuti. Il russo è diciannovesimo tra le Williams di Kubica e Russell. Tredicesimo è Kevin Magnussen davanti a Lance Stroll. Alle 14 la seconda sessione di libere.

 

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: